La proposta di Trump: "Pena di morte contro lo spaccio di droga"

AFP  Getty Images

AFP Getty Images

Il presidente americano Donald Trump ha lanciato l'ipotesi di una condanna alla pena capitale per contrastare chi favorisce quella che ha definito "l'epidemia di oppiacei". "Far trapelare questa informazione è una violazione da licenziamento e probabilmente illegale", ha tuonato la Casa Bianca, messa in imbarazzo dall'ennesima fuga di notizie. Nel corso della telefonata i due leader hanno discusso la possibilità di un futuro incontro. Lo stesso presidente americano in passato non ha nascosto il suo apprezzamento per le soluzioni radicale del suo omologo filippino Rodrigo Duterte, soprannominato "The punisher", il castigatore, proprio per i suoi metodi violenti contro terroristi e spacciatori: "Hitler ha sterminato tre milioni di ebrei (in realtà almeno il doppio, ndr)". Precedentemente aveva fatto discutere il fatto che Trump non aveva ancora telefonato per la rielezione.

Secondo fonti vicine alla Casa Bianca, il consigliere per la sicurezza nazionale, H.R. McMaster, e il suo staff avrebbero persino inviato più di un memo allo Studio Ovale per invitare il presidente a evitare commenti sulla vittoria quasi plebiscitaria di Putin. E c'è un risiko che aspetta di essere giocato, dall'Ucraina alla Siria sino alla Corea del Nord.

Oggi, Trump ha criticato indirettamente, citando su Twitter un professore di Harvard, la nomina di Robert Mueller a procuratore speciale che indaga sulle interferenze russe nelle elezioni statunitensi e sui possibili legami con lo staff dell'attuale presidente. Intanto lo slogan "Trump-Putin, 2020" spunta sui primi gadget presidenziali a Washington, in particolare su t-shirt e cappellini.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.