Nigeria. Rilasciate più di 90 ragazze rapite da Boko Haram

Nigeria: liberate le studentesse prigioniere di Boko Haram

Nigeria: liberate le studentesse prigioniere di Boko Haram

In particolare nel nord est della Nigeria tale crisi è stata generata dalle violenze di Boko Haram "perché negli ultimi 5-6 anni non c'è stata la possibilità di coltivare i campi per gli agricoltori, proprio a causa del conflitto" con gli estremisti islamici, sottolinea don Patrick Alumuku, direttore della comunicazione dell'arcidiocesi di Abuja.

Agenpress - Sono state liberate 110 studentesse rapite il mese scorso dai jihadisti di Boko Haram in un villaggio della Nigeria sono state liberate. Invece erano loro i terroristi, travestiti da soldati dell'esercito regolare. L'ultimo episodio era accaduto lo scorso 21 febbraio quando alcuni di loro avevano attaccato un collegio femminile fingendosi militari che dovevano portare in salvo le studentesse. "L'Unicef - aggiunge Fall - sta lavorando a stretto contatto con il ministero della Gioventù, nello stato di Yobe, per fornire alle ragazze e alle loro famiglie il supporto necessario". "I militanti di Boko Haram sono venuti disarmati, hanno scambiati i convenevoli con i leader della comunità e se ne sono andati dopo aver fatto scendere le ragazze dagli stessi nove camion che le avevano prelevate", scrive Sahara Reporters. Dopo aver rilasciato le prigioniere, i jihadisti avrebbero dato un avvertimento ai genitori, minacciando di ripresentarsi se le ragazze fossero tornate a scuola. Alcuni testimoni riferiscono che i rapitori intimavano alla popolazione, al momento della liberazione, di non mandare piu' le proprie figlie a scuola.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.