Due boati in Lombardia: "Jet hanno infranto barriera del suono"

Sono stati sentiti due forti boati in Lombardia, causati da due aerei caccia

Sono stati sentiti due forti boati in Lombardia, causati da due aerei caccia

Secondo quanto si è appreso dalla protezione civile, sono stati provocati dal passaggio di due aerei militari transitati a bassa quota e a forte velocità lungo tutto il territorio regionale e che hanno creato un n'boom sonico'. A testimonianza della forza dei due boati, i centralini delle forze dell'ordine sono stati letteralmente subissati di richieste di intervento e chiarimento. Le fonti del Comando provinciale dei carabinieri della Questura, infatti, sono concordi nel dire che la colpa sarebbe da dare a due caccia militari che hanno sfondato il muro del suono durante un'esercitazione.

Intorno alle 12 un chiarimento sulla causa del rumore: "Trova conferme l'ipotesi che a causare i botti avvertiti in buona parte della Lombardia siano stati due caccia militari". In alcuni Comuni della bergamasca e a Monza hanno preferito evacuare le scuole in via precauzionale. E difatti qualcuno, su Twitter, ha scritto di aver percepito una sorta di sisma a Varese e Tradate: i sismogrammi hanno in effetti rilevato due lievi scosse che corrisponderebbero al passaggio dei due aerei oltre la barriera del suono. Quando non ha risposto alle chiamate della torre di controllo di Linate è scattato il protocollo, con il decollo dei caccia, partiti dalla base di Istrana, vicino a Treviso. I caccia erano decollati a seguito dell'ordine di scramble ricevuto dal Combined Air Operation Center di Torrejon, ente NATO responsabile d'area del servizio di sorveglianza dello spazio aereo.

Due Eurofighter hanno intercettato un velivolo francese sui cieli della Lombardia, superando la barriera del suono.

Attraverso il sito Flightradar24 è stato infine possibile scoprire che si trattava del volo AF671A, decollato da Saint-Denis, nell'isola francese di Reunion (accanto al Madagascar) e diretto appunto a Parigi: arrivato all'altezza del Piemonte, ha incominciato a seguire una "strana" rotta, e questo ha fatto scattare l'allarme per l'Aeronautica italiana. Lì lo hanno identificato e si sono assicurati che l'equipaggio avesse ripristinato i regolari contatti radio con gli enti del traffico aereo.

Tecnicamente il boato è il suono prodotto dal Cono di Mach, generato dalle onde d'urto create da un oggetto che passa a velocità supersonica.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.