C'è un presunto allarme terrorismo a Roma

Allarme terrorismo a Roma è caccia a 42enne tunisino

Allarme terrorismo a Roma è caccia a 42enne tunisino

Atef Mathlouthi, 42 anni, non è un nome sconosciuto agli inquirenti: in passato è stato arrestato diverse volte dalla polizia di Palermo per spaccio di droga ed altri reati minori.

Massima allerta terrorismo a Roma nella Settimana Santa, soprattutto dopo la conferma di una lettera anonima fatta recapitare la settimana scorsa all'ambasciata italiana di Tunisi. Secondo quanto riporta Tgcom24 che mostra un dispaccio dei carabinieri con oggetto missiva anonima su una possibile minaccia terroristica contro l'Italia la rappresentanza italiana a Tunisi ha segnalato di aver ricevuto una missiva anonima che riguarda una intenzionalità terroristica di un cittadino tunisino. Come detto, le forze dell'ordine hanno dato credito alla soffiata: una foto segnaletica del presunto terrorista sarebbe stata diffusa tra tutte le pattuglie che presidiano il territorio e nei commissariati.

Segnalazioni come queste, fanno sapere i carabinieri, sono abbastanza frequenti e negli ultimi mesi sono stati svolti molti accertamenti su persone ritenute più o meno sospette. Rafforzata la vigilanza dei palazzi istituzionali, ma anche delle aree pedonali affollate, centri commerciali, metro, stazioni e aeroporti. Previsti anche controlli ai valichi di frontiera.

Rafforzate, dunque, le misure di sicurezza, mentre è partita la caccia all'uomo. Gli ambienti considerati vicini all'estremismo islamico e al radicalismo religioso sono sotto particolare osservazione.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.