Papa Francesco celebra la passione di Cristo

Viterbo- Venerdì Santo- La Crocifissione

Viterbo- Venerdì Santo- La Crocifissione

Nove di questi ragazzi sono studenti del liceo di Roma Pilo Albertelli, dove hanno raccontato con emozione:"Mai avremmo pensato che papa Francesco chiedesse proprio a noi di scrivere le meditazioni della Via Crucis al Colosseo".

Francesco ha espresso anche "vergogna perché le nostre generazioni stanno lasciando ai giovani un mondo fratturato dalle divisioni e dalle guerre, un mondo divorato dall'egoismo ove i giovani, i piccoli, i malati, gli anziani sono emarginati"; infine ha espresso anche "la vergogna di avere perso la vergogna". Dunque la speranza perché "il tuo messaggio continua a ispirare, ancora oggi, tante persone e popoli a che solo il bene può sconfiggere il male e la cattiveria, solo il perdono può abbattere il rancore e la vendetta, solo l'abbraccio fraterno può disperdere l'ostilità e la paura dell'altro".

Roma si prepara alla Settimana Santa e agli appuntamenti religiosi che la coinvolgono come la suggestiva Via Crucis presenziata da Papa Francesco al Colosseo e la benedizione Urbi et orbi in piazza San Pietro. In una delle stazioni, la croce sarà portata anche da una bimba disabile assistita da tre volontari dell'Unitalsi. Rafforzati anche i controlli negli stabili occupati da migranti e attivate oltre cento telecamere per monitorare l'area compresa tra il Colosseo e il Vaticano. Tante missionarie e missionari "continuano a sfidare l'addormentata coscienza dell'umanità, rischiando la vita per servire te nei poveri, gli scartati, gli immigrati, gli invisibili, gli sfruttati, gli affamati e i carcerati".

Questa speranza, prosegue Bergoglio, è viva anche nella Chiesa che è "santa e fatta da peccatori" e che, "nonostante tutti i tentativi di screditarla", continua "ad essere una luce che illumina, incoraggia, solleva e testimonia il tuo amore illimitato per l'umanità, un modello di altruismo, un'arca di salvezza e una fonte di certezza e di verità".

La Siria, innanzitutto, con Riad Sargi, di Caritas, che ha portato insieme alla sua famiglia la croce per una stazione: "Porto tutta la sofferenza del popolo, dei bambini, dei padri e delle madri del nostro Paese", aveva detto ai media vaticani.

"Aiutaci Figlio dell'uomo - così il Papa conclude la sua preghiera- a spogliarci dall'arroganza del ladrone posto alla tua sinistra e dei miopi e dei corrotti, che hanno visto in te un'opportunità da sfruttare, un condannato da criticare, uno sconfitto da deridere, un'altra occasione per addossare sugli altri, e perfino su Dio, le proprie colpe".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.