Rivoluzione tv: Mediaset Premium sbarca su Sky

Sky Italia e Open Fiber siglano accordo per pay tv e fibra

Sky Italia e Open Fiber siglano accordo per pay tv e fibra

L'accordo tra Sky Italia e Mediaset, annunciato il venerdì prima di Pasqua a mercati chiusi (qui l'articolo per capire come cambierà l'offerta dei due operatori), piace al mercato.

Per questo Mediaset potrebbe valutare anche di estendere la partnership con Sky ad altri ambiti come la manutenzione tecnica, l'assistenza clienti e le attività commerciali così da poter conseguire in futuro ulteriori benefici economici.

Eccola in dettaglio: - 5 canali di cinema e 4 canali di serie tv - ora disponibili solo su Mediaset Premium - saranno visibili a tutti gli abbonati Sky via satellite senza costi aggiuntivi. Da parte sua la tv satellitare avrà accesso al digitale terrestre e alla piattaforma di Premium con una propria offerta.

I due più importanti gruppi televisivi, Sky e Mediaset, per anni ostili, hanno siglato la pace con lo scambio di un pacchetto di canali tra satellitare e digitale terrestre.

La grande alleanza Sky-Mediaset è destinata quindi ad avere un impatto immediato sul menu a disposizione degli italiani che usano la pay tv, 4,8 milioni abbonati a Sky e circa 2 milioni clienti di Mediaset Premium, che vedranno a breve arricchirsi l'offerta sul telecomando. Tale opzione potrà essere esercitata tra novembre e dicembre 2018; se Mediaset decidesse di esercitare tale diritto, il trasferimento della NewCo a Sky avrebbe luogo immediatamente (ovviamente sarà sottoposta al vaglio dei Agcom e Agcom). Tutto questo in attesa che si definiscano gli accordi per quanto riguarda i diritti tv sulla Serie A.

Rivoluzione in arrivo per gli abbonati alla piattaforma Sky.

"Grazie a questa offerta da giugno avere Sky sarà più facile e saranno i clienti a scegliere come riceverlo, via Satellite, Internet o Digitale Terrestre", conclude la nota di Sky.

L'intesa è stata messa nero su bianco a Milano da Andrea Zappia, amministratore delegato di Sky Italia, e Pier Silvio Berlusconi. Per gli analisti l'accordo è positivo perche accelera la sua strategia che mira a focalizzarsi sui canali in chiaro e sulla produzione di contenuti, assicura un maggior e uso delle frequenze Dtt ed è la miglior alternativa per sfruttare Premium dopo l'accordo fallito con Vivendi. "Con la loro fiducia ci stimolano a migliorare ogni giorno il nostro servizio".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.