Telecom, la Cdp entrerà nel capitale

Speciale Ict: Genish (Tim) a

Speciale Ict: Genish (Tim) a "La Stampa", su diritti Tv "dialogo con Mediapro per avere la Serie A su Tim Vision"Vision"

Vivendi ha presentato una lista di dieci candidati per il rinnovo del Cda di Telecom Italia guidata dall'attuale AD Amos Genish.

Genish, spiega il comunicato dei soci di controllo francesi di Tim, ha il "pieno supporto" di Vivendi sull'implementazione del piano industriale 2018-2020 presentato e votato all'unanimità dal cda.

La lista che sarà sottoposta all'assemblea di Tim del prossimo 4 maggio vede quale secondo componente Arnaud de Puyfontaine, che sarà dunque proposto per il ruolo di presidente non esecutivo, mentre Franco Bernabè sarà proposto alla vice presidenza con delega sulla sicurezza, come annunciato lo scorso 22 marzo. Una conferma che scalda anche oggi Telecom Italia a Piazza Affari: sin dai primi minuti di contrattazioni il titolo del gruppo guidato da Amos Genish avanza di oltre il 2% e si mantiene sopra quota 81 centesimi ad azione.

La lista - si legge nella nota di Tim - comprende cinque candidati (Marella Moretti, Giuseppina Capaldo, Anna Jones, Camilla Antonini, e Michele Valensise) pienamente indipendenti, secondo quanto stabilito dalle normative italiane sulla corporate governance. Con la presentazione della lista, abbiamo ascoltato attentamente le opinioni degli azionisti e degli altri stakeholder chiave. "Telecom è la compagnia che ha la maggiore profittabilità in Europa il che significa che, nonostante tutti i problemi che ha avuto, è solida e di grande attrattività per gli investitori", ha concluso.

L'ingresso della Cassa depositi e prestiti nel capitale di Telecom Italia "è un passo sbagliato" e "mi preoccupa molto soprattutto per il modo in cui è stato fatto l'annuncio", perchè "così si fanno lievitare i prezzi per chi acquista". L'ingresso, precisa il gruppo, condurrà alla progressiva acquisizione di una partecipazione finanziaria di minoranza, non superiore al 5% delle azioni ordinarie. Il suo ruolo istituzionale suggerisce la possibilità che possa assumere il ruolo di "ago della bilancia" in un settore che la stessa Cassa ha definito "strategico" e di "primario interesse per il Paese", come realizzare il progetto di separazione legale e poi cessione parziale della rete che potrebbe favorire infine una fusione con Open Fiber, la società paritetica di Enel e Cassa Depositi e Prestiti che sta realizzando l'infrastruttura in fibra ottica - FTTH, Fiber-To-The Home - nelle principali 271 aree urbane del Paese. Inoltre, conclude la nota, "l'operazione è coerente con i criteri di sostenibilità economico-finanziaria che caratterizzano tutte le iniziative di Cdp".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.