Zuckerberg: "Facebook più sicuro, ma ci vorranno anni di lavoro"

Facebook voleva anche i dati medici degli utenti, ma per un progetto interessante

Facebook voleva anche i dati medici degli utenti, ma per un progetto interessante

Gli utenti coinvolti in Italia sarebbero al massimo 214'134 mentre in Svizzera 29'198, stando alle cifre riportate dall'Ansa e dal giornale svizzero tedesco Blick.

La società sta cercando di arginare il problema e ha annunciato nove importanti modifiche che garantiranno agli utenti una maggiore sicurezza. Dal sondaggio basato su cittadini americani, condotto nei giorni scorsi da Reuters/Ipsos è emerso che attualmente solo il 41 per cento degli americani si fida di Facebook per quanto concerne la privacy.

Ma perchè il Social più famoso del mondo e, a sua volta, il suo fondatore sarebbero stati accusati? La convocazione è arrivata per chiarire il ruolo della società nella vicenda dei dati di 50 milioni di utenti usati a scopi elettorali da Cambridge Analytica, che ha lavorato anche per la campagna del presidente Donald Trump.

Con questi aggiornamenti, Facebook metterà a disposizione dell'utente informazioni dettagliate sulle più recenti funzionalità del social e sulle modalità d'uso dei dati: "Nella nostra normativa sui dati - ha detto Egan assieme ad Ashlie Beringer, Vicepresidente e Consigliere generale aggiunto - spieghiamo tutti i casi nei quali condividiamo le informazioni e rendiamo più chiaro il nostro impegno nei confronti delle persone". Thisisyourdigitallife, questo il nome dell'app, prometteva di delineare la personalità di persona attraverso delle semplici domande. Tutti i dati raccolti da thisisyourdigitallife sono finiti nelle mani di Cambridge Analytica che li ha utilizzati per le proprie ricerche di mercato. Facebook dovrà approvare tutte le app che chiedono accesso a foto, post, mi piace, video, eventi, gruppi. Una dichiarazione che lascia intendere come la legge più restrittiva diventerà anche la regola per Facebook in modo universale. La stima dovrebbe essere per eccesso, ma per il momento non si ha la certezza di quanti sono gli utenti coinvolti nello scandalo.

E' una delle comunicazioni fatte da Mike Schroepfer, chief technology officer di Fb, nell'annunciare una serie di restrizioni del social media per proteggere meglio i dati personali dei propri utenti.

Utilizzatori di laptop. Sullo sfondo, il logo di Facebook.

"Questo lavoro non si è mai spinto oltre la fase di pianificazione e non abbiamo ricevuto, condiviso o analizzato i dati di alcun individuo", ha spiegato a Cnbc un portavoce di Facebook.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.