Italia vs Francia nella Coppa Davis, sconfitta la coppia Fognini-Bolelli

ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

L'Italia è così in svantaggio, stavolta per 2 a 1, contro la Francia dopo la seconda giornata della sfida di Coppa Davis, valida per i quarti di finale del World Group 2018 in corso a Genova.

Domani, alle ore 14, il doppio tra la coppia azzurra Simone Bolelli/Paolo Lorenzi e quella francese Pierre-Hugues Herbert/Nicolas Mahut. Il giocatore di Bolzano sfiderà il numero uno francese Pouille (n. 10 del ranking mondiale) e a seguire toccherà al numero uno azzurro Fabio Fognini contro Chardy (90) che non gradisce molto la terra.

E' toccato al ligure Fabio Fognini riportare la situazione in parità. Break confermato dal 31enne di Pau, salito 5-2 cancellando due opportunità per il 3-4. Per Seppi si è trattato del primo match dopo le semifinali di Rotterdam di metà febbraio e la ruggine si è fatta sentire anche per i problemi all'anca che lo affligono da un po' e che lo hanno tenuto fuori in questi mesi. "Peccato per Andreas (Seppi ndr) - ha aggiunto Barazzutti - perché aveva rimontato due set e stava giocando bene nel quinto".

Sul medical time out al braccio per Bolelli: "Niente di grave, ho avuto solo un po' di affaticamento". Nel secondo tutto facile per i francesi che si portano sul 5-1, Fognini e Bolelli recuperano fino al 5-3 ma poi perdono 6-3.

Oggi è stata la giornata delle prime parole ufficiali dei capitani che si sono presentati in conferenza stampa a Valletta Cambiaso. I francesi, già dieci Davis in bacheca, non temono nessuno tanto che il capitano, Yannick Noah, si permette anche di scherzare sul risultato finale. Il passaggio a vuoto degli italiani e il primo set regalato hanno tracciato un danno psichico non indifferente a cui la coppia Bolelli-Fognini non ha saputo fare fronte.

Poi il crollo verticale con Pouille che dopo l'1-1 momentanei nei games, scappa via. Subito sotto due set a zero (6-3, 6-2), l'altoatesino ha prodotto uno sforzo disumano per recuperare lo svantaggio (6-4, 6-3) per poi rimanere senza energie nel quinto, deciso da due break (6-1).

Seppi ha brutti ricordi a Genova. "Dopo quel game disgraziato - ha detto ancora Barazzutti - i ragazzi non sono più riusciti a trovare il ritmo giusto per stare in partita".

Italia contro Francia 22 anni dopo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.