Salvini e Berlusconi, prime reazioni sull'attacco in Siria

Siria Macron

Siria Macron"Abbiamo le prove che Assad ha usato armi chimiche. Trump frena sui tempi

"Si tratta di un attacco su obiettivi precisi contro siti legati alla produzione di armi chimiche, che traduce il principio internazionale di condanna di queste armi". Nel corso del colloquio, ha riferito palazzo Chigi, "May ha confermato a Gentiloni che l'attacco in Siria aveva l'obiettivo di ridurre la capacità delle armi chimiche e non di influire sulla crisi siriana".

Per abbattere tali missili, non è stato necessario l'intervento diretto dei russi, che si sono limitati a fornire supporto radar alla contraerea siriana, che usa missili sovietici risalenti agli anni '60.

Anche il leader M5s Luigi Di Maio appoggia la linea dell'esecutivo: "Condividiamo e sosteniamo la posizione assunta dal governo italiano di fedeltà chiara all'alleanza euro-atlantica e di non partecipazione ad azioni militari in Siria, riconfermando che per una soluzione stabile si dovrà lavorare con ulteriore determinazione ai tavoli negoziali delle Nazioni Unite".

Parlando a un evento sul Sud Sudan, il Presidente del Consiglio ha affermato che "l'uso delle armi chimiche da parte di Assad non può essere tollerato". Mentre i mezzi di informazione hanno dato spazio alla campagna propagandistica dei servi del mondo dello spettacolo al fine di orientare l'opinione pubblica alla guerra, tutti i partiti italiani (dal #M5S al centro destra passando per il #PartitoDemocratico) stanno assicurando che qualunque sia il governo che nascerà, l'Italia farà la sua parte in questa aggressione.

Matteo Salvini si pronuncia rispetto all'attacco alla Siria perpetrato durante la notte dagli Stati Uniti con l'appoggio dell'Inghilterra e della Francia. Credo che questo impegni l'intera comunità internazionale a moltiplicare gli sforzi per impedire e prevenire l'utilizzo delle armi chimiche. Il presidente Donald Trump nelle prossime ore parlerà con il presidente francese Emmanuel Macron e il premier britannico Theresa May.

Attacco giustificato dalla prova dell'uso di armi chimiche. Tutte le volte che ci sono bombardamenti si aggrava la situazione della popolazione civile, quindi è difficile concordare con questo.

"Siamo preoccupati per quel che sta accadendo e riteniamo che in Siria occorra accelerare con urgenza il lavoro della diplomazia, incrementando i canali si assistenza umanitaria". Ma la risposta arriva direttamente da Silvio Berlusconi: "In queste situazioni - dice - meglio non pensare e non dire nulla".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.