Totti: "Il Barcellona ci definiva un bonbon. E' stata una partita memorabile"

Totti e De Rossi alla serata per la Formula E in via Frattina musica e scambio di maglie

Totti e De Rossi alla serata per la Formula E in via Frattina musica e scambio di maglie

L'ex numero 10 ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla vittoria dei giallorossi con il Barcellona in Champions League. Il dirigente ha poi commentato l'eliminazione della Juventus: "Hanno fatto una grandissima partita e sono stati puniti quando ormai assaporavano la possibilità di giocare i supplementari". Eravamo dati per spacciati, ci davano tutti per finiti, in Spagna ci avevano definito un bonbon... una caramella, e invece abbiamo fatto un'impresa. Sono circostanze in cui ti piace confrontarti in competizioni così importanti, fortunatamente erano due partite di 90′. "La prima partita è andata come tutti si aspettavano, la seconda no. Ho ancora la pelle d'oca a rivedere le immagini, ce lo siamo meritato". A 18 anni esci in giro col motorino, con gli amici, vai in discoteca. Poi un ricordo degli ultimi anni, vissuti spesso da bordo campo: "Avevo il cuscinetto in panchina - ha poi aggiunto ridendo, ricordando le ultime annate vissute non da protagonista - dovevo far notare all'allenatore che sbagliava".

Parlando poi del suo recente passato da calciatore, Totti ha detto: "Ho sempre voluto fare questo perché non so fare altro".

Hai cantato l'inno della Roma? Io quella finale l'ho vista a casa, sul divano. Ora c'è il Liverpool... il calcio è bello anche per questo, purtroppo non è una partita secca.

Da quel momento cambi atteggiamento, mentalità. Se hai un obiettivo per il tuo futuro tante cose le devi mettere da parte. Mi sono fatto male a marzo e a maggio ero al Mondiale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.