Salvini: mai governo tecnico. Appello a M5S per governo fino a dicembre

Governo Di Maio a Salvini

Governo Di Maio a Salvini"Ora chiediamo il voto a giugno

Resta solo da aspettare che Di Maio si rassegni a fare un passo indietro - comprendendo che si è fatto usare bruciandosi - e poi il gioco è fatto.

"Da noi zero interesse per le traversie del Pd", così ha esordito Matteo Salvini, leader della Lega in una conferenza stampa. Esclusa anche l'ipotesi di una prorogatio dell'esecutivo guidato da Paolo Gentiloni. Tant'è che Salvini dice di incominciare a "stufarsi di perdite di tempo, litigi e polemiche". "Non se ne fa una colpa a nessuno, del resto capita anche ai migliori allenatori di un squadra di avere delle difficoltà ma se i giocatori non sono stimolati il presidente deve avere il coraggio di cambiare e di dare un segnale".

"Non si tratta per il governo con il Pd - dice Salvini - si ragiona con i 5 Stelle o altrimenti c'è il voto". Aprono il nuovo mese positivamente anche Partito democratico e Forza Italia, due forze politiche determinanti per disegnare il futuro dell'Italia.

Un colpo devastante per il leader Luigi Di Maio che, a suo rischio e pericolo, ha chiesto a Sergio Mattarella di tornare al voto già a giugno. "Sono stufo di litigi, polemiche e perdite di tempo, spero di non arrabbiarmi troppo nei prossimi giorni, sennò mi toccherà ricominciare #andiamoagovernare oppure#sitornaavotare". Durante la riunione del Consiglio federale, ha spiegato Salvini, "abbiamo preparato un piano economico da usare come azione di governo per migliorare la situazione degli italiani da qui a dicembre".

Ma non è tanto il giudizio sulla mancata rottura con il Cavaliere ad aver fatto infuriare il leghista, quanto un'illazione che compare in fondo al post, in merito a presunti problemi finanziari della Lega.

E Fratelli d'Italia pure come l'uscita chiara, esplicita di Meloni dimostra. Mentre rimane la porta aperta al M5s a cui chiede di "sedersi a un tavolo" per discutere delle "poche cose da fare, bene e in fretta".

A una simile obiezione il prototipo di cialtrone generalmente risponde che il punto è proprio questo: i due vincitori (Lega e Cinque Stelle) non sono in grado di formare un governo e per questo hanno fallito.

Secondo Salvini, Berlusconi è informato della sua proposta e presto si vedranno. Un'opzione che sembra più vicina, visto che il Quirinale, raccontano, vuol valutare fino all'ultimo se esistono i margini per la nascita di una maggioranza politica certa in grado di sostenere un governo, senza affidare incarichi al buio. "Il voto tra un anno sarebbe un anno di agonia".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.