Il segreto di Gattuso: "Juventus? Mi ha sempre affascinato"

Gennaro Gattuso Milan Verona

Gennaro Gattuso Milan Verona

Gattuso può ora pensare alla finalissima di mercoledì sera all'Olimpico di Roma contro la Juventus, con fondate speranze di conquistare il primo trofeo deall'era Li.

"Supercoppa di Doha? L'ho vista su Milan Channel". Possiamo fare qualcosa di importante. Non ho dovuto caricare i ragazzi perché queste partite ti caricano da sole.

PRECEDENTE BROCCHI - "Non solo so". In panchina è come era in campo, ma è una persona che nel rapporto umano sa trasmettere qualcosa di importante. Dobbiamo fare il nostro gioco, non dobbiamo avere paura o il braccino. Dobbiamo fare fatica e la testa fa fare cose impensabili, sia nello sport sia nella vita.

Una storia che peraltro era stata già raccontata da Gattuso nel 2009, nel corso di un'intervista a Sky: "I miei compagni erano pronti a scommettere 500 euro a testa sul fatto che non avessi il coraggio di mangiarla". Il Milan in Europa negli ultimi 30 anni ha portato qualcosa di diverso in Europa, ma vincere come fa la Juve in Italia con qualità e forza tecnica non è facile.

Dopo la convincente vittoria col Verona, che fa seguito al successo di Bologna e consolida il sesto posto in classifica, il Milan si butta definitivamente alle spalle la figuraccia col Benevento di due settimane fa. Poi sala video, guardi le partite e non finisci mai. Ma per capire se potrà essere inserito nella lista dei convocati occorrerà attendere domani, quando il tecnico scioglierà i dubbi. Dalle 8 del mattino alle 7 di sera ha fatto di tutto per tornare a disposizione e dobbiamo andare alla ricerca di questi atleti. Tutti i loro giocatori sono orgogliosi e avvelenati. Il passato lo ha visto con le maglie di Inter, Milan e Juve "Provavo le punizioni in salotto con la palla di spugna, cercavo di mandarla sopra il divano". "Ci attende una finale, una gara con un trofeo in palio, e in partite del genere la stanchezza non si sente". Da giocatore e anche oggi da allenatore, ho sempre toccato con mano una squadra con una grandissima mentalità e un grandissimo senso di appartenenza. Ho parlato solo con Sacchi, non potevo non rispondergli. "Ogni volta che vengo a Milano e che ho la fortuna di incontrarvi, ho il cuore che batte forte e sono molto contento di questo". Il valore aggiunto per noi sarà sempre la squadra, Bonucci può fare ben poco se il resto della squadra non si dimostra all'altezza della situazione. Dobbiamo giocatore domani con il DNA Juve.

SUSO - "Mi aspetto il calciatore che mi aiuta in entrambe le fasi". Il tecnico del Milan, alla sua prima finale in carriera, spera di trasmettere la sua grinta ai propri giocatori con la Juventus che punta alla quarta vittoria consecutiva nella competizione. Concedere poco e nulla alla Juve, perchè a livello di singoli ha una qualità incredibile e hanno vinto partite con quella qualità. Dobbiamo bisogna essere concreti, sfruttare tutto quello che ci capita: "più di 3-4 occasioni non te le concedono". Loro si allenano giocando a calcio.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.