Raid Casamonica in un bar, quattro arresti

Casamonica entrano in un bar e frustano disabile, titolare minacciato

Casamonica entrano in un bar e frustano disabile, titolare minacciato

Aggressione ai danni della troupe Rai di "Nemo" la mattina dell'8 maggio durante le operazioni della Polizia di arresto a quattro affiliati al clan, ritenuti i responsabili, l'1 aprile scorso, del pestaggio di una donna disabile e del titolare di un bar alla Romanina. Sono finiti in carcere Antonio Casamonica, Alfredo, Vincenzo ed Enrico Di Silvio. "Tra l'altro compiendo l'azione in un luogo aperto al pubblico, davanti a numerosi testimoni e in modo da riaffermare ostentatamente il proprio potere nel quartiere Romanina, dove si trovava il bar". Due uomini sono stati subito arrestati mentre altri due si sarebbero costituiti; sentendosi braccati infatti si sono presentati stamattina alla stazione dei carabinieri di Tor Vergata. Il sangue, i vetri rotti, le urla sono ancora nitidi nella mente di Roman che, assieme alla moglie Roxana, mandano avanti il piccolo locale di via Salvatore Barzilai allaRomanina. Ha stretto la mano a Roxana, la proprietaria, ha ascoltato il suo racconto. "Secondo Libera il frutto di quest'ultimo tipo di affare illecito si aggira sui cinquanta milioni di euro". I segni sul collo, perché me l'hanno stretto forte, mi sono rimasti per quindici giorni. Al pronto soccorso mi hanno detto che se mi avessero dato un calcio al fegato non sarei più qui. La ammiro perché è l'unica che ci ha aiutato.

Roma, 8 mag. (askanews) - "Esprimiamo il massimo sdegno per i fatti accaduti nel bar romano nel quale i Casamonica si sono resi protagonisti di un gravissimo sopruso, un sopruso che fa precipitare questa città nel peggiore dei climi, quello mafioso".

CODICI chiede al Prefetto di Roma di riappropriarsi del territorio e, da parte dello Stato, una durissima rappresaglia contro le famiglie che governano di fatto queste parti della città che sono terra di nessuno. Chi conosce i due coniugi romeni li descrive come "bravissime persone, dei gran lavoratori". "Le cose non cambieranno mai".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.