Sparatoria a Nicotera e Limbadi, ricerche estese in tutta Italia

La scena del crimine a Nicotera

La scena del crimine a Nicotera

Quindi, a piedi, ha percorso circa 200 metri, passando davanti alla scuola, ed è andato a casa di Michele Valarioti, di 63 anni, uccidendolo. Nella stessa cittadina è stata ferita una donna che era per strada. Poi il killer in fuga ha sparato in un bar, ferendo tre persone a Limbadi.

"Secondo le prime indiscrezioni, tutti quanti avrebbero riportato ferite gravi al volto, al torace e agli arti e per questo sarebbero stati immediatamente trasferiti nei vicini ospedali".

L'uomo ha danneggiato un'auto e compiuto due agguati, uccidendo un uomo e una donna e ferendo gravemente altre tre persone.

Le ricerche da parte dei carabinieri di Francesco Olivieri, di 32 anni, identificato come l'autore del duplice omicidio, vanno avanti ininterrottamente dal pomeriggio di ieri e sono state estese anche alla zona di Rosarno, nel reggino, attigua a quelle teatro delle sparatorie.

I carabinieri di Vibo Valentia si erano messi alla ricerca dell'uomo già nella mattina dell'11 maggio e hanno cercato di individuarlo utilizzando due elicotteri. Sembrava che la sua Panda fosse stata ritrovata nelle campagne di Limbadi poco dopo gli omicidi, anche questa notizia è stata smentita, al pari di quella di una sua presunta cattura. Nel 2015 è stato inoltre arrestato con l'accusa di aver curato 500 piante di marijuana. Il giovane - all'epoca aveva 25 anni - era stato ucciso con alcuni colpi di pistola mentre era in auto. Secondo quanto filtra da fonti investigative, il 32enne sarebbe affetto da evidenti e accertati disturbi, che rendono praticamente impossibile immaginare le sue prossime azioni.

Quindi è sceso imbracciando un fucile da caccia ed ha esploso un colpo sull'uscio del locale e un secondo all'interno, ferendo Pantaleone D'Agostino, ex proprietario del locale, Leo Timpano e Francesco Di Mundo, che in quel momento stavano giocando a carte all'interno. Allertati prontamente i soccorsi, giunti anche con eliambulanza, avrebbero provveduto subito a trasportare i feriti all'ospedale di Catanzaro.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.