Sarà inaugurata oggi l'ambasciata statunitense a Gerusalemme

Jonathan Ernst  Reuters

Jonathan Ernst Reuters

Incurante delle reazioni che già aveva causato l'annuncio, oggi formalizzerà con una cerimonia il trasferimento dell'ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. Capeggiata da Ivanka Trump e dal marito Jared Kushner, responsabile del dossier israelo-palestinese per conto del presidente Usa, la missione americana è composta anche dal segretario al Tesoro Usa Steve Mnuchin, dal vicesegretario di Stato John Sullivan e da 12 membri del Congresso.

Un palestinese è morto e altri 147 sono rimasti feriti negli scontri con i cecchini israeliani dopo essersi avvicinati alla barriera di frontiera per lanciare pietre.

Hamas, il movimento che governa la Striscia di Gaza, ha chiamato a raccolta oltre 100mila palestinesi perché si ammassino lungo una dozzina di punti di attrito sul confine e forzino i recinti. Con questa scelta, prosegue la nota, Donald Trump ha "premiato" il governo israeliano e "punito" i palestinesi.

Venerdì centinaia di palestinesi hanno distrutto parte del valico commerciale di Kerem Shalom.

Nell'ultimo mese e mezzo 55 dimostranti palestinesi sono stati uccisi dall'esercito israeliano in occasione della Marcia del Ritorno, manifestazione di protesta per chiedere il ritorno dei profughi palestinesi nei territori che attualmente fanno parte dello stato ebraico.

LA MINACCIA DI AL QUAEDA - E il leader di al Quaeda, Ayman al-Zawahiri, ha lanciato un appello alla jihad contro gli Stati Uniti. In un video intitolato "Tel Aviv è anche terra di musulmani", Zawahiri ha attaccato l'Autorità nazionale palestinese, accusandola di essere "venditori della Palestina".

Alla cerimonia il presidente americano si esprimerà con un video-messaggio. Tra misure di sicurezza imponenti, oggi la decisione di Donald Trump dello scorso dicembre diventerà realtà, nonostante la forte opposizione del mondo arabo, dei palestinesi, dell'Onu e di gran parte della comunità internazionale, Ue compresa, tutti preoccupati che questo passaggio segni la fine della soluzione a 2 Stati.

Il provvedimento ha dato seguito a una legge statunitense del 1995 in cui Gerusalemme veniva riconosciuta come capitale di Israele.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.