Italia, Mancini firmerà un biennale: la Federazione non vuole contratti troppo lunghi

Mancini Balotelli Italia

Mancini Balotelli Italia

Su De Rossi e Buffon.

E' stata una lunghissima giornata per Roberto Mancini.

Il lunedi del "Mancio".

"Diventare ct penso sia la massima aspirazione". Che sia di buono auspicio anche per le ambizioni future della locale squadra: una delle poche, in quanto capoluogo di provincia, con un bacino d'utenza superiore ai 500 mila abitanti, a non aver mai disputato un campionato di serie A. Ci sono diversi giocatori che possono essere molto utili. "Lo sentiremo e probabilmente lo chiameremo" dice il commissario tecnico della Nazionale. Il tecnico che ha lanciato SuperMario all'Inter e che lo ha allenato successivamente al City, è convinto di poter gestire al meglio il carattere dell'attaccante bresciano. "Non c'è niente di facile, ma spero di essere un ct che porti alla vittoria di un trofeo importante, cosa che unirà tutti i tifosi".

Sulle idee. "Il mio rapporto con la nazionale è durato tantissimo, credo di essere stato l'unico ad avere come tecnici Bearzot, Vicini e Sacchi". Sarà la formalizzazione di un discorso iniziato da tempo. Novità sono attese dunque nelle prossime ore. Sono felice anche per i miei genitori, che sono sicuro saranno contenti di questa scelta. Si possono trovare sempre calciatori con qualità. "Dobbiamo avere una rosa ampia che ci permetta di far rifiatare chi ne avrà bisogno".

È la sfida più difficile della sua carriera? Per sedere sulla panchina azzurra, che gli frutterà 4milioni di euro di ingaggio, ha rinunciato a ben 12milioni dei russi. Poi anche i club dovranno aiutare la Nazionale. Un ct ha l'obbligo di stare vicino alle selezioni giovanili, ma non voglio disturbare il lavoro dei colleghi. "Seguiremo con molta attenzione l'Under 21, ovvio". "I giocatori sanno già cosa devono fare, ma voglio che si ricordino dei loro sogni quando giocheranno in maglia azzurra". "Quando uno pensa, da giovane, guardando le partite alla tv, uno sogna". C'è da dire che a Nizza Balotelli è rinato, è reduce da due buone stagioni in cui le famose 'balotellate' si sono ridotte sempre di più per lasciare spazio ai gol e alle prestazioni. "Sicuramente l'età conterà perchè dobbiamo costruire un gruppo per il futuro, ma non esiste nessuna preclusione di sorta".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.