Colpo di scena: Babchenko è vivo e si presenta in conferenza stampa

EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

Si è presentato così, davanti ai giornalisti convocati tutti in merito alla sua uccisione. E' stato ucciso così il giornalista e scrittore russo Arkadi Babchenko, oppositore del Presidente Vladimir Putin e residente da oltre un anno a Kiev, dopo diverse minacce di morte ricevute nel suo Paese.

Babchenko è apparso in una conferenza stampa trasmessa dalla televisione ucraina insieme al direttore dei servizi di sicurezza dell'Sbu che ha spiegato che la messa in scena dell'assassinio era stata organizzata per smascherare agenti russi. La sua morte era stata architettata dai servizi segreti ucraini - e la notizia diffusa ufficialmente da polizia e governo - per arrestare chi voleva ucciderlo, dicono. Lo fanno sapere i servizi ucraini (SBU) su Twitter.

"E' stato scoperto - hanno aggiungo i servizi - un piano per assassinare Babchenko ed è stata presa la decisione di organizzare un'operazione speciale durante la quale siamo riusciti a raccogliere prove inconfutabili dell'attività terroristica dei servizi speciali russi nel territorio ucraino".

Babchenko ha lavorato come corrispondente militare per il giornale Moskovskiy Komsomolec e per Novaya Gazeta, ec ha collaborato con Pervy Kanal e TVC, inoltre ha seguito gli eventi del conflitto tra Georgia e Ossezia del Sud nel 2008. E' un peccato - ha poi aggiunto la diplomatica - che la messinscena non abbia funzionato in altri casi. "Il risultato di questo lavoro si è trasformata in un'operazione che ha portato alla cattura di un uomo".

"Mi hanno proposto di partecipare a questa operazione e io ho accettato, tanto sarebbe andata avanti lo stesso".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.