Scattano i dazi di Trump contro l'Europa

Nel mirino anche le esportazioni di jeans

Nel mirino anche le esportazioni di jeans

L'Unione Europea ha fatto sapere che risponderà con forza, "nelle prossime ore", ai dazi "inaccettabili" imposti dall'amministrazione americana.

Gli Stati Uniti hanno infatti deciso di non prorogare le esenzioni temporanea concessa tre mesi fa all'Unione europea e ai due Paesi americani fino alla mezzanotte di oggi e quindi di applicare dazi del 25% sulle importazioni di acciaio e del 10% sull'alluminio.

"Difenderemo gli interessi dell'Unione, nel pieno rispetto del diritto commerciale internazionale", ha poi continuato Juncker, secondo cui l'Ue ha fatto tutto il possibile per evitare che si arrivasse a questo strappo commerciale. "La eventuale rappresaglia non avrà un impatto significativo sull'economia Usa", ha aggiunto. "Questo è protezionismo puro e semplice", ha aggiunto. "E' un brutto giorno per il commercio mondiale", ha aggiunto.

Il segretario al commercio quindi ha invitato tutti i Paesi ad andare avanti sul fronte delle discussioni mirate a rendere le politiche commerciali più giuste ed equilibrate. Lo scrive su Twitter il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, commentando la decisione Usa sui dazi. Anche Canada e Messico erano stati temporaneamente esentati dai dazi - anche in ragione del loro trattato commerciale con gli Stati Uniti già in vigore, il NAFTA - ma dall'1 giugno i nuovi dazi varranno anche per loro.

Le imprese Usa in Ue sono contrarie - "Le imprese americane in Europa sono contrarie alla decisione del governo Usa" e gli chiedono "di rivedere i suoi piani e all'Ue di assumere un approccio equilibrato nel rispondere a queste misure" in quanto c'è "molta preoccupazione" per "i danni che una disputa occhio per occhio dente per dente causerebbe all'economia transatlantica e il suo impatto su occupazione, investimenti e sicurezza".

Il ministero dell'Economia ha detto che si adotteranno tasse all'importazione dagli Usa di una serie di prodotti, che vanno dall'acciaio alla carne suina, passando per prodotti agricoli come l'uva o i mirtilli. Così la commissaria Ue al commercio Cecilia Malmstroem. Washington, invece, ha sfruttato questa possibilità per ottenere concessioni sotto minaccia. In modo "proporzionato e in linea con le regole del WTO"; a essere colpiti saranno i prodotti simbolo a stelle e strisce: dai jeans Levi's alle moto Harley Davidson sino al burro di arachidi, senza dimenticare sigarette come Marlboro, whiskey e bourbon.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.