Trump rompe con gli alleati: "Non appoggiamo il documento finale"

I leader dei Paesi del G7. REUTERS  Leah Millis

I leader dei Paesi del G7. REUTERS Leah Millis

"Il commercio equo va chiamato commercio stupido se non è reciproco". E stiamo pensando a dazi sulle auto che invadono il mercato in Usa", ha scritto Trump che ha aggiunto: "Il premier canadese Trudeau ha agito gentilmente durante il G7, per poi tenere una conferenza stampa in cui ha detto che "le tariffe Usa sono offensive", e "noi non ci lasceremo spintonare".

Dietro le cortine, gli "sherpa" delle due parti si sono incontrati per tre ore in un hotel neutrale per cercare di colmare il divario tra la posizione Usa e quella nordcoreana relativamente a come dovrà esere la "denuclearizzazione" della Penisola coreana. Ho partecipato a diverse sessioni del G7 e avuto molti incontri bilaterali. Posso anticiparvi che abbiamo raggiunto un accordo e abbiamo tutti convenuto che il sistema del commercio internazionale basato sul Wto è un po' datato, richiede un adeguamento alle realtà sociali ed economiche. Nel frattempo il mondo era infatti cambiato: non solo la Cina si presentava come un nuovo protagonista dell'economia mondiale ma India, Brasile e altri paesi emergenti pretendevano di sedere con ugual voce accanto ai potenti della terra.

Roma, 11 giu. (askanews) - I negoziatori nordcoreani e statunitensi si sono incontrati stamani a Singapore per i preparativi finali in vista dello storico summit di domani tra il presidente Usa Donald Trump e il leader di Pyongyang Kim Jong Un, in un tentativo di superare le differenze tra le parti prima dell'incontro.Quello di domani sarà il primo tra un presidente americano in carica e un leader nordcoreano. In pratica gli Stati Uniti non hanno firmato le decisioni prese dai sette leader delle potenze industrializzate. "Questo rende ancora piu' importante per l'Europa restare unita e difendere i suoi interessi in maniera ancora piu' aggressiva", ha sottolineato il capo della diplomazia di Berlino su Twitter.

Questo è già, in fondo, il G7 della rottura.

Camminano fianco a fianco, si salutano calorosamente e si stringono la mano scatenando la curiosità di turisti e giornalisti. "Fara' un gran lavoro, gli italiani hanno fatto bene!". Noi ci impegniamo a rispettarlo e chi ci ha voltato le spalle mostra incoerenza e inconsistenza.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.