Macron, in Ue 'alcuni giocano con paura'

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Toni duri contro Macron anche da parte del capo del Viminale Matteo Salvini, che si dice non toccato dagli "insulti dei chiacchieroni". E non migliori sono quelle per il Consiglio europeo.

Il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer non intende fare marcia indietro nella sua disputa con la cancelliera Angela Merkel sui migranti. Una nave cargo, la Alexander Maersk, battente bandiera danese, con a bordo più di 110 migranti soccorsi nel Mediterraneo, è ancora davanti al porto di Pozzallo.

"Ci sono governi come quello italiano che stanno facendo politiche anti-europee e dove l'egoismo nazionale è più diffuso", sottolinea in un'intervista a El Pais il premier socialista spagnolo, Pedro Sanchez. "Il problema, piuttosto, è la crisi politica innescata dagli estremisti che giocano con le paure".

La leader dell'Spd ha fatto un parallelo fra lo scontro sui migranti in seno al governo tedesco e la retorica dei conservatori britannici prima del referendum sulla Brexit, dicendo di non voler permettere che la vicenda spacchi il governo ad appena cento giorni dal suo insediamento.

Il ministro dell'Interno mantine il punto e su twitter ribadisce che "certe navi si devono scordare l'Italia".

Ed ecco le tre proposte servite da Parigi e Madrid al tavolo della trattativa. Quarto punto: "insediamento in questi centri di equipe che possano riportare nei Paesi di origine le persone che non hanno ottenuto il diritto di asilo".

Macron, si è detto oggi favorevole a "sanzioni finanziarie" nei confronti dei paesi dell'Unione europea che si rifiutino di accogliere i rifugiati. E per questo serve la solidarietà europea nei rimpatri. Chiaro il riferimento a Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia, i Paesi di Visegrad. Lo stato italiano non è nel mezzo di una crisi migratoria.

La risposta di Salvini non si fa attendere: "650mila sbarchi in 4 anni, 430mila domande presentate in Italia, 170mila presunti profughi a oggi ospitati in alberghi, caserme e appartamenti per una spesa superiore a 5 miliardi di euro". Per Di Maio, invece, "Macron è fuori dalla realtà". E non proponga centri nei Paesi di primo sbarco perché vorrebbe dire: Italia pensaci tu. "Non esiste. Non arretreremo di un millimetro", chiude il ministro Cinquestelle. E ancora: "Se l'arroganza francese pensa di trasformare l'Italia nel campo profughi di tutt'Europa, magari dando qualche euro di mancia, ha totalmente sbagliato a capire", ha tuonato Matteo Salvini. La circolare indica il modo di agire in un eventuale momento di emergenza, spiegando che in tali zone, sono le autorità della Libia ad avere la competenza, e che quindi vi è la necessita di coordinarsi con loro prima di intraprendere qualsiasi azione. Qui a pesare molto probabilmente è l'introduzione del limite di 80 chilometri orari sulle strade extraurbane secondarie, limite che sarà operativo dal primo luglio.Mentre il 54% degli intervistati dichiara di essere "insoddisfatto" a giugno contro il 50% a maggio. Ma rischia il posto.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.