Di Maio: 'Colpo al jobs act'. Premier: 'Conti in ordine'

Lavoro, Di Maio assicura:

Lavoro, Di Maio assicura: "Dl Dignità è pronto. Stretta su delocalizzazioni"

Luigi Di Maio ha presentato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi i principali punti del decreto dignità approvato dal Consiglio dei ministri. "Vedo che c'è tanta preoccupazione da parte di certi concessionari del gioco d'azzardo, io credo che il primo atto di dignità in questo Paese è dire basta con la pubblicità del gioco d'azzardo perché sta facendo sprofondare tante famiglie nella miseria, tanti padri si stanno giocando tutti i loro risparmi con il gioco d'azzardo" ha detto Di Maio.

Per quanto riguarda gli insegnanti, parzialmente messi in ginocchio dalla sentenza con cui il Consiglio di Stato ha deciso, il 20 dicembre 2017, di privare dell'assunzione in ruolo chi è in possesso di un diploma magistrale, il decreto dignità fa slittare di 120 giorni il termine del licenziamento perché, come ha ribadito Di Maio, si tratta di "decine di migliaia di insegnanti". "Il tema della somministrazione - dice il ministro grillino - in molti casi si presta a delle disfunzioni però dev'essere oggetto del dibattito parlamentare, non si può intervenire con un decreto".

"Una norma che mi sta a cuore e' quella delle delocalizzazioni; oggi pomeriggio saro' in provincia di Brescia dove un'altra azienda, dopo aver preso soldi dallo Stato, se ne sta andando all'estero". PENSIONI D'ORO - Sul tema delle pensioni d'oro "ho la proposta di legge pronta", assicura il vicepremier. "Per ora nel contratto di governo abbiamo inserito esclusivamente che la Rai non vada più lottizzata", ha puntellato il ministro del Lavoro. E aggiunge: "So che è una grande sfida, ma è questa la vera sfida culturale". All'origine della battuta, una domanda sui numeri delle tessere dei sindacati: "Era una promessa che ho fatto agli italiani, ma -rassicura Di Maio- non riguardera' solo quella categoria". "Quindi finché è così, finché ci dicono che stiamo arrancando, che non siamo bravi, che non siamo capaci, poi il Movimento si piazza sempre davanti a tutti quanti e manda a casa la vecchia guardia". Continua Di Maio, sottolineando:"De Masi è uno degli imprenditori che è stato al ministero dello Sviluppo: ha firmato un accordo in presenza di alcuni esponenti dell'esecutivo e a questo accordo partecipavano banche che se ne sono infischiate".

Nel provvedimento sono previste sanzioni per chi delocalizza. Questa a livello europeo non è una partita in cui c'è chi vince e c'è chi perde; secondo me ieri abbiamo stabilito prima di tutto un principio. E chi arriva in Italia arriva in Europa e quindi i migranti che sbarcano in Italia sono una questione europea. "Ci siamo battuti contro l'azzardopatia con misure contro gioco d'azzardo, tutte iniziative nel programma. E questo è un problema". La Lega, che ha appoggiato il decreto, nutre più di un dubbio sulle misure anti-precariato ma ritiene che si sia fatto un passo avanti. "Per un'Italia che in questi anni, a quei tavoli, non ha mai parlato neanche di veto".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.