Dichiarata morta dopo l'incidente, donna si risveglia all'obitorio

Dopo 34 giorni di agonia il ventottenne è morto questa mattina

Dopo 34 giorni di agonia il ventottenne è morto questa mattina

Hanno tentato di rianimarla in tutti i modi, con tutte le forze, ma alla fine si sono arresi: quella donna, vittima del brutto incidente stradale che il 24 giugno scorso ha causato diversi feriti ed è costata la vita a due persone, non dava più alcun segno di vita.

Un funzionario dell'ospedale ha confermato alla BBC che la donna, di cui non è stato reso noto il nome, è stata ricoverata in ospedale. La donna - della quale le autorità non hanno diffuso le generalità - "non presentava segni di vita", ha assicurato. La sua famiglia, com'è naturale che sia in casi estremi come questo, ha chiesto che venga chiarito quanto di assurdo è successo.

Gerrit Bradnick, responsabile di Distress Alert sostiene che non esistono prove di negligenza da parte della sua compagnia.

Collocata in una cella frigorifero, è stata salvata da un impiegato che è venuto a fare i soliti controlli.

Intervenuti i carabinieri, che effettuato i rilievi del caso. E' quanto sarebbe accaduto ad una donna di Carletonville, in Sudafrica, se non si fosse 'risvegliata' all'obitorio dopo essere stata dichiarata morta in seguito ad un incidente stradale. Già sette anni fa un uomo di 50 anni si svegliò urlando in un obitorio di Capo Orientale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.