Aifa ritira diversi farmaci con valsartan

L'Aifa ritira 700 farmaci a base di valsartan

L'Aifa ritira 700 farmaci a base di valsartan"Potenzialmente cancerogeni Oggi alle 14:05

È stato infatti evidenziato un difetto di qualità. Cosa dovrebbero fare i cittadini che utilizzano medicinali per la pressione?

Attualmente l'Aifa ha ritirato da farmacie e catene di distribuzione oltre 700 lotti di farmaci contenenti il principio attivo valsartan; inoltre insieme all'Ema, l'Agenzia Europea per i Medicinali, sta lavorando per cercare di scoprire qual è il grado di contaminazione dei farmaci. Mentre i pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti: ovvero una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide oppure un prodotto combinato di idroclorotiazide e un altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.

Si tratta di 748 lotti di farmaci prodotti da 15 diverse aziende farmaceutiche contenenti il principio attivo valsartan, a causa di alcune impurità durante la produzione nello stabilimento della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan in Cina. La sostanza sospetta che è stata riscontrata all'interno del Valsartan è l'NDMA, N-nitrosodimetilamina, considerata forse cancerogena. "Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco - presente sul sito - puoi continuare regolarmente il trattamento".

Se si è in trattamento con uno dei prodotti elencati bisogna consultare il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci.

Non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato). Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio. Di conseguenza, quindi, un elenco piuttosto lungo di farmci, che servono a curare l'ipertensione arteriosa o l'insufficienza cardiaca o che vengono assunti da persone che hanno subito un infarto e stanno procedendo con la riabilitazione, è stato reso disponibile dall'Aifa sul proprio sito. Cliccando qui potete leggere il comunicato ufficiale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.