Vince Verstappen, Vettel terzo. Mercedes fuori

F1 Austria libere 1 Hamilton davanti a tutti Vettel 4

F1 Austria libere 1 Hamilton davanti a tutti Vettel 4

Raikkonen ha gomme migliori di Verstappen e rientra a 4 secondi dalla vetta ma il colpo di scena arriva a 7 giri dalla fine quando anche Hamilton parcheggia la sua Mercedes a bordo pista. Un'onda arancione sulle tribune ha seguito entusiasta l'incedere da dominatore di Verstappen, che si è trovato in testa dal 25° giro quando Lewis Hamilton, con colpevole ritardo rispetto agli altri, ha fatto il primo pit stop perdendo la leadership che deteneva dal via.

Verstappen riesce a mantenere la prima posizione fino al traguardo, conquista così il GP d'Austria davanti ai ferraristi Raikkonen, secondo, e Vettel che con il suo terzo posto si porta in testa alla classifica del Mondiale.

Vettel e Räikkönen hanno raddrizzato un weekend che sembrava tingersi d'argento sin dalla doppietta in griglia del sabato pomeriggio. Invece, durante la gara, entrambi i piloti sono stati costretti al ritiro, con Bottas fuori al 15° giro per la rottura del cambio, Hamilton al 64° giro. Nonostante questo, Vettel ammette che avrebbe potuto fare di più: "Sarebbe stato meglio trovarsi più avanti in partenza; ho cercato di recuperare alla curva 1, ma non ha funzionato".

Si tratta del quarto successo in carriera per Max Verstappen in Formula 1. A godere della domenica nera in casa Mercedes sono state soprattutto le due Ferrari entrambe sul podio con Raikkonen, autore di un'ottima prestazione dopo un brutto inizio di week end, davanti a Sebastin Vettel terzo. Arrivabene ha commentato così la giornata: 'Sei motori Ferrari nei primi dieci, è una cosa molto importante. Non è andata bene al suo compagno di squadra Daniel Ricciardo, che nel giorno del suo compleanno, prima è andato in crisi con le gomme, poi ha dovuto abbandonare la sua RB14 al 54° giro per un problema tecnico alla Power Unit. Pronti, via e subito Raikkonen si infila tra le due Mercedes, con Bottas che parte male ed Hamilton che resiste al finlandese prendendosi la testa della corsa. Max ha eseguito un primo giro perfetto, recuperando numerose posizioni; poi ha sfruttato il ritiro di Bottas e l'errore di strategia di Hamilton, conducendo la gara e gestendone il passo, negando nel finale il recupero di Raikkonen. La gara riprende e Vettel ripassa Magnussen. La macchina andava bene, però, e forse abbiamo un po' esagerato nella cautela. Vettel torna leader del mondiale per un solo punto: il tedesco ringrazia e scarta il regalo inatteso rilanciando le proprie ambizioni iridate sue e anche quelle del Cavallino che, con il doppio podio, può guardare tutti dall'alto anche nel mondiale costruttori. E dico, lasciate divertire Leclerc e lasciate guidare Kimi, che è un campione del mondo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.