Mirabelli: "Europa presa sul campo, spero non ce la tolgano". E Gattuso…

FBL-WC-2018-ITA-JUVENTUS-RONALDO

FBL-WC-2018-ITA-JUVENTUS-RONALDO

Il mio carattere? Sono così, è una caratteristica che non posso cambiare, mi piace spronare i ragazzi. "Sbagliamo il meno possibile, vediamo che mercato si farà e poi vedremo". Ai tre della scorsa stagione si è aggiunto Carlos Bacca, che non è stato riscattato dal Villarreal. Ciò che posso affermare con sicurezza, è che non abbiamo intenzione di cederlo, tanto meno al MIlan. Il ds Mirabelli ha parlato così alla sua prima conferenza stagionale: "Dobbiamo pensare positivo perché prima di pensare a quello che potrà avvenire, perché magari qualcosa faremo, dobbiamo pensare di avere un gruppo giovane, il terzo più giovane in Europa". Proprio l'allenatore calabrese ha anticipato ai microfoni di MilanTV i temi più importanti: "È la maglia quello che conta - ha detto analizzando il momento del club - Dobbiamo ripartire dalla maglia del Milan, che va rispettata e onorata sempre". I tifosi del Diavolo, invece, sognano ancora un bomber internazionale e il d.s. Massimiliano Mirabelli, seduto a fianco del tecnico nella sala stampa di Milanello, spiega: "Noi non abbiamo mai fatto nomi, per non illudere nessuno". Se non si muove nessuno non facciamo il centravanti.

"Ho sentito tante voci, ma a oggi nessun giocatore ha chiesto di andare via".

Mirabelli ammette che mai si sarebbe immaginato una stagione del genere, Rino chiede "un vice Kessie e un attaccante esterno". Di sicuro, a parlare sarà il campo: ad esempio, mi aspetto che Bacca arrivi con la voglia di sudare e faticare, non con il pensiero di andarsene. "Lo immagino in quel ruolo con caratteristiche di inserimento e qualità, se si mette a posto può fare bene". "Con quelle caratteristiche abbiamo già Cutrone...". Il 19 luglio uscirà la sentenza del TAS, se giocheremo o meno l'Europa League non cambierà. Concorrenza in rosa? Chi sta meglio gioca, meglio avere due grandi portieri che non averne.

Gli occhi sono puntati sui tifosi per capire come sarà la risposta dei fan di fronte ai guai societari che hanno regalato grande sconforto in queste settimane. "Dobbiamo sperare di vivere la quotidianità con tranquillità, aiuta a lavorare meglio - ha aggiunto l'allenatore del Milan -. Per me è facile dire che l'obiettivo deve essere la qualificazione alla Champions ma, se ci rifletto, è difficile. E se dovessero partire delle trattative, l'ultima parola spetta comunque all'allenatore".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.