Di Maio: "Non pensiamo a uscita da euro"

Savona: uscire dall’euro? Sull’Italia potrebbero decidere altri, pronti a ogni evenienza

Savona: uscire dall’euro? Sull’Italia potrebbero decidere altri, pronti a ogni evenienza

Cosi ha commentato il commissario agli affari economici Pierre Moscovici che ha aggiunto di prendere dichiarazioni del genere "con grande flemma".

Prima di diventare ministro Savona ha scritto un saggio in cui sostiene che l'Italia deve essere preparata ad abbandonare l'euro.

Il ministro delle politiche europee ieri, Paolo Savona, ha evocato il cigno nero accendendo di nuovo le polemiche sulla presunta uscita dall'euro, innescata magari dall'esterno e non voluta. Il ministro ha annunciato che chiederà al numero uno della Banca Centrale Mario Draghi il cambio di statuto della BCE.

Paolo Savona non arretra. Piano che, filtrato durante le consultazioni, secondo le ricostruzioni gli costò la poltrona di ministro dell'Economia.

Sul fronte interno, spiega ancora Savona, è sulla crescita e sul rilancio degli investimenti, "tecnicamente possibile", che si gioca il "prestigio" del governo.

"Dobbiamo essere pronti a ogni evento". "Non siamo ai mondiali ma almeno tifiamo Italia".

Quindi l'appuntamento: "Mi recherò da Draghi appena terminato questo incontro". Le parole pronunciate martedì in Parlamento dal ministro degli Affari europei, del resto, hanno monopolizzato l'attenzione di molti osservatori ma si collocavano in un ragionamento "europeista" (si veda Il Sole 24 Ore di ieri):un caso insomma più mediatico che politico, e. "Oggi le posso dire - ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a Omnibus su La7 - che non ci sto pensando e il governo non sta lavorando a questo".

"Se alla BCE non vengono affidati compiti pieni sul cambio, ogni azione esterna all'Eurozona si riflette sull'euro senza che l'Unione europea abbia gli strumenti per condurre un'azione diretta di contrasto". Le conseguenze sono tanto pericolose quanto evidenti: "L'assenza di pieni poteri della Bce sul cambio causa una situazione in cui la crescita dell'economia dell'eurozona risulta influenzata, se non determinata, da scelte o vicende che accadono fuori dall'Europa". Sarei felice di governare lo spread, lo farei in senso opposto ma non coinvolgetemi in queste banalità.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.