Diciotti, Fico: "Migranti a bordo devono poter sbarcare"

Nave Diciotti Procura di Agrigento indaga su mancato sbarco migranti

Nave Diciotti Procura di Agrigento indaga su mancato sbarco migranti

I migranti a bordo della nave Diciotti della Guardia Costiera italiana, ancorata al porto di Catania, "sono quasi tutti affetti da scabbia": a dirlo è il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] che ha aperto un fascicolo contro ignoti per i reati di sequestro di persona e arresto illegale per il trattenimento dei migranti a bordo. "Malta aderisce sempre alle leggi internazionali e alle convenzioni applicabili", scrive ancora il governo, che accusa l'Italia di non ancora preso in carico i migranti che si era impegnata a ospitare come parte di un meccanismo di ridistribuzione istituito da Malta dopo lo sbarco lo sbarco sull'isola dei profughi della nave Lifeline, il 27 giugno scorso. Sui social ci stanno attaccando: attaccano la Guardia costiera, ci sono richieste al governo di destituire il comandante generale, l'ammiraglio Giovanni Pettorino. Per quella strage, che costò la vita a 268 persone, l'Italia è stata chiamata a rispondere per omissione di soccorso anche se le responsabilità si rimpallano da un Paese all'altro e il processo è ancora in corso. A me hanno restituito la sensazione di totale comprensione. Il Pd, in concomitanza con una manifestazione della Cgil, ha schierato sul molo di Catania anche Davide Faraone, Emanuele Fiano ("A quanto risulta non esiste un ordine scritto in forza del quale i migranti sono trattenuti a bordo"), Enza Bruno Bossio e la deputata europea Michela Giuffrida. E che i controlli sanitari "sono stati positivi e soddisfacenti". Non è più il tempo della critica fine a se stessa!

La commissione europea ha convocato una riunione questo venerdì per cercare di sciogliere questa matassa. Stiamo provando ad aiutarvi: da Catania, dalla Sicilia, dall'Europa. Ma in nessuna parte si parla di riforma di Dublino e di meccanismi automatici e obbligatori di redistribuzione. Il ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha dato l'ok allo sbarco dei 29 minorenni presenti sull'imbarcazione. Le unità di questa classe sono due, Dattilo e Diciotti, che operano contemporaneamente o si alternano. Non a Trapani, quando attraccò con 67 migranti a bordo dopo una traversata difficile, con un paio di loro che si erano fatti minacciosi al punto da spingere Salvini a chiedere che scendessero a terra "con le manette ai polsi".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.