Inter, Spalletti: "Fatte scelte giuste. Messo in imbarazzo i tifosi"

Spalletti apre il caso Nainggolan

Spalletti apre il caso Nainggolan

Siamo solo alla seconda giornata di campionato ma l'Inter è già chiamata al riscatto dopo il passo falso di Reggio Emilia. Il fatto di venire qualche volta a dialogare, secondo noi e secondo lui, ha un valore di migliorare la difficoltà che si va a creare ai difensori avversari. "Deve saper convivere con le tensioni del nostro calcio per trovare un equilibrio e riuscire a dimostrare sempre la sua qualità".

Ci sarà Nainggolan: "E' convocato, ma bisogna stare attenti".

"La penso alla stessa maniera: siamo forti e abbiamo l'obbligo di fare un campionato importante". Li abbiamo messi in imbarazzo, perché in questo svolgimento c'è mancato un po' di quel 'collaudato', di quelle certezze che avevamo conosciuto e superato durante la lotta per il quarto posto dello scorso campionato. "Dei rischi ci sono, valuteremo domani e poi durante la partita". I punti purtroppo non ce li regala nessuno, serve sfruttare ogni occasione: "nel primo tempo non c'è stato l'atteggiamento che chiedevo e con la mia esperienza, devo dire che fa un po' girare le scatole".

- Qual è il suo pensiero sul Var? Dalbert? Se non ci credessi l'avrei ceduto. Sono state apportate delle modifiche e tutto ciò che viene fatto è per avere una giustizia più obiettiva da parte di tutti. Anche il nuovo per funzionare bene deve appoggiarsi su delle certezze che vengono dal passato, sennò diventa più complicato. In più dovrà integrarsi con un compagno di reparto come Zaza, che sicuramente non è approdato al Torino per fare la spalla a qualcuno ma per diventare un protagonista. Ora accettiamole, ma le regole bisogna conoscerle bene. Detto questo, certe cose si possono evitare. Ma l'esperimento potrebbe essere rimandato a data da destinarsi. Skriniar ha recuperato totalmente.

- Come giudica il Torino e che partita si aspetta? Quando non ci riesce col gioco e le qualità bisogna andare oltre. La gara con il Torino, piegato solo da una prodezza di Dzeko all'esordio, è tutt'altro che semplice vista la condizione fisica mostrata dai nerazzurri con il Sassuolo, i lavori in corso, e la tradizione negli ultimi anni non favorevole al Meazza di fronte ai granata. E' stata una gara equilibrata ma il Torino ha fatto una partita corretta, in cui ha fatto vedere le qualità che ha, con queste continue ripartenze e i due attaccanti lasciati là senza partecipare troppo alla fase difensiva. "Queste attenzioni sulla marcatura preventiva saranno determinanti visto quanto successo a Reggio Emilia".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.