Torino, rimonta di cuore a San Siro. Mazzarri: "Basta timidezza"

Marani

Marani"Inter non si risolve tutto con il mercato. Tante aspettative ma il tempo stringe

Walter Mazzarri sa che non può perdere il treno del Meazza, sia per questioni legate alla classifica, che con un'altra sconfitta allontanerebbe già troppo il Toro dalla testa che conta (calcolando gli obiettivi europei fissati da Cairo per questa stagione), sia per riaccendere la rivalità tra il tecnico e l'ambiente neroazzurro dopo il recente passato da "dipendente". "Contro la Roma nel 1° tempo forse avevamo fatto un po' meglio, oggi si è ripartito bene, Ansaldi non stava benissimo, il resto della squadra era contratta, non era sicura, l'abbiamo vista bene nella ripresa e dobbiamo continuare così anche domenica ma dal primo minuto, giocando come sappiamo e come siamo organizzati".

"A Sassuolo abbiamo sbagliato l'approccio". Quando bisogna saltare addosso e difendere, non è questione di fase difensiva e moduli, bisogna prendere in considerazione quello che fanno gli avversari. "Abbiamo cominciato a rinunciare a giocare e loro hanno preso vantaggio".

Miranda è forte, come D'Ambrosio e De Vrij. "Icardi è un attaccante che ha fatto almeno 20 gol ogni anno - risponde 'il Gallo' -, quindi si sbloccherà sicuramente e continuerà a fare gol". Cominciamo a stringere un po' di più, perché dobbiamo fare un campionato importante.

Preoccupano alla Pinetina l'atteggiamento mentale della squadra, che dopo il doppio vantaggio si è come sciolta permettendo al Toro di rimontare, e l'errore di Handanovic, di solito colonna della squadra e colpevole su entrambe le reti granata. "Siamo partiti male male, bruttissima partita col Sassuolo e brutti 25' nel secondo tempo".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.