Ilaria Cucchi: "Dedico il film su mio fratello a Matteo Salvini"

Venezia 75, partenza con applausi per Borghi-Cucchi - Foto

Venezia 75, partenza con applausi per Borghi-Cucchi - Foto

Soprattutto quest'ultime sono entrate purtroppo nell'immaginario collettivo, talmente note da essere tristemente riconoscibili senza alcun bisogno di didascalie per spiegare che quel volto e quel corpo martoriati appartengono al giovane geometra romano morto il 22 ottobre 2009 in una stanza del reparto protetto dell'ospedale Sandro Pertini di Roma, in custodia preventiva in attesa del processo per detenzione e spaccio di stupefacenti.

"Quando la finiremo co' sta stronzata della caduta dalle scale?".

"A Stefano Cucchi, tra le tante persone che ha incontrato nella sua tragica vicenda, nessuno ha mai dato davvero una mano, nessuno si è preso le sue responsabilità". Sceneggiato e diretto da Alessio Cremonini, al suo secondo lungometraggio cinematografico dopo Border, e interpretato da Alessandro Borghi, Sulla mia pelle è stato scelto come titolo d'apertura della sezione Orizzonti alla settantacinquesima edizione della Mostra di Venezia, prima di approdare in contemporanea nelle sale italiane, distribuito da Lucky Red, e nel catalogo di Netflix. "La cosa che mi ha sconvolto di più, oltre all'aver perso diciotto chili per calarmi nella parte, è stata l'assenza della magistratura, il far finta di non capire, la voglia di Stefano di non dire la verità e di non denunciare nulla", spiega Borghi.

Il film "è un atto dovuto", precisa la Trinca, che conobbe Ilaria Cucchi anni fa, dopo aver recitato un passo dell'Antigone durante una commemorazione in onore di Stefano. "Quello che vogliamo è che le persone si avvicinino alla storia di questo ragazzo e alla tragedia di questa famiglia". Sa bene che il film non scuoterà le coscienze di chi dovrà darci una sentenza finale sulla questione ma è sicuro che qualcosa potrà cambiare: "Il modo di pensare di coloro che dicono "è morto perché era drogato", se ci stacchiamo dall'inizio e vediamo il tutto sarà diverso. Speriamo che questa storia arrivi ovunque".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.