Roma, Totti spezza i sogni scudetto: "Juve irraggiungibile"

Totti già si arrende

Totti già si arrende"La Juve fa un campionato a parte noi lottiamo con le altre tra secondo e quarto posto

Francesco Totti si è presentato ai microfoni di Roma Radio, ed ha rilasciato delle dichiarazioni importanti sulla società. Una situazione che dopo tre giornate nessuno a Trigoria si aspettava di dover affrontare, tanto meno Francesco Totti che è sceso in campo per difendere l'operato del club: "È un momento particolare perché nessuno si sarebbe aspettato questo inizio di stagione". Lo storico capitano giallorosso ha commentato il campionato svolto fin qui dalla squadra di Di Francesco dopo tre giornate - 4 punti in tre partite -, soprattutto in seguito alla sconfitta avvenuta a San Siro nello scorso turno quando il Milan con un gol di Cutrone in extremis ha steso De Rossi e compagni. Francesco Totti, da giocatore, ha vissuto tutto questo e ora chiede un po' di equilibrio e pazienza, ammettendo ancora una volta che la Juventus gioca ormai un campionato a parte. Noi dobbiamo fare un campionato con Napoli, Milan, Inter e Lazio. Facciamo un altro campionato, la Juve è fuori concorso. E' ovvio che tutti cercano di darsi questo obiettivo, ma come ho detto la realtà è un'altra. Vedendo quello che è successo lo scorso anno, vogliamo migliorarci, ma migliorare significa vincere il campionato. Totti ha scelto la seconda via, quella della sincerità spietata: "Bisogna essere realisti: la Juventus fa un campionato a parte, è inutile nasconderlo".

"Le chiacchiere da bar, giornalisti e radio, dobbiamo lasciarle fuori Trigoria". Sentivo in giro dire che è tanto tempo che non si vince, ma anche le altre squadre non vincono perché vince solo la Juve. Dobbiamo stare vicino al mister, noi ma anche i tifosi che sono la spinta per far bene nelle partite. Società e tifosi devono essere uniti, senza di loro non possiamo andare da nessuna parte. "Dopo 3 partite non possiamo giudicare un'annata, il mister sa come uscirne e la squadra deve essere brava a seguirlo". All'epoca se mi avessero chiesto: "Vuoi essere titolare della Roma?" io avrei risposto: "Sì" e da quel "sì" esce fuori un mondo di cose non dette. Stare qui e giudicare Monchi è superfluo. Schick e Kluivert vogliano ricevere apprezzamenti e giocare, è normale. "La Roma ci punta e sicuramente mostreranno il loro valore". La gente legge e ascolta quello che scrivono, ma la realtà dei fatti la sappiamo solo noi. Monchi si è mosso in un certo modo, ha venduto grandi giocatori ma ha comprato allo stesso tempo altri grandi giocatori, giovani, con grandi prospettive, abbiamo una squadra di grande livello. Giovani, con prospettive future, che possono far bene già adesso. "Non ha senso dare del caprone a Monchi" ha dichiarato Totti alla radio romanista, aggiungendo come il lavoro del direttore possa essere realisticamente valutato solo a fine anno.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.