Torna l’incubo, oltre 150 casi di polmonite: "Possibile batterio nell’acqua"

Montichiari: 71 casi di polmonite allertati medici di famiglia e pediatri

Montichiari: 71 casi di polmonite allertati medici di famiglia e pediatri

L'assessore precisa che "sono in tutto 71 le persone giunte al Pronto soccorso di Montichiari, la maggior parte delle quali risiedono in una porzione di territorio compresa tra i Comuni di Carpenedolo, Montichiari e Calvisano".

In seguito a numerosi casi di polmonite, l'Agenzia di tutela della salute (Ats) di Brescia ha così attivato indagini epidemiologiche e ambientali.

I numeri sono allarmanti. E sono aumentati nelle ultime ore. Successivamente Ats incontrerà invece i sindaci della Bassa bresciana Orientale. I primi accertamenti rivelano che una delle possibili cause potrebbe essere un batterio presente nell'acqua. Delle 121 persone - ha spiegato l'assessore - 109 sono residenti o domiciliati nel territorio di Ats Brescia, 12 sono residenti o domiciliati in Ats Valpadana. "Sul totale degli accessi, 107 sono ricoverati", fa sapere la Regione Lombardia attraverso l'assessore Giulio Gallera. Anche l'Istituto Superiore di Sanità è coinvolto nel percorso di valutazione della situazione. "Ferme restando le inchieste epidemiologiche in corso per identificare eventuali luoghi comuni di possibile esposizione, e' stata effettuata una verifica con i gestori degli acquedotti dei comuni bresciani interessati, confermando che non vi sono interconnessioni strutturate fra gli stessi che giustifichino un interessamento dei differenti comuni". Sono in corso approfondimenti sulla rete di distribuzione dell'acqua potabile, con corrispondenti campionamenti.

A confermare l'emergenza è la Regione Lombardia, che ha avviato un'indagine epidemiologica. E' opportuno eseguire sempre questa operazione dopo periodi di assenza dall'abitazione (esempio periodo di ferie); a evitare a titolo precauzionale, all'esterno delle abitazioni: "le fonti di emissione di acqua vaporizzata, ad esempio non stazionando nei pressi degli irrigatori automatici o delle fontane presso le abitazioni; a fare la doccia solo dopo aver fatto scorrere l'acqua calda e fredda ed essersi momentaneamente allontanati dal punto di emissione dell'acqua e avere aperte le finestre; a evitare l'utilizzo di vasche con idromassaggio".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.