Rai, la Vigilianza riapre a Foa presidente, FI si astiene

Abruzzo al voto. Per candidato presidente patto Berlusconi Salvini sulla Rai

Abruzzo al voto. Per candidato presidente patto Berlusconi Salvini sulla Rai

A Forza Italia, invece, andrà il candidato presidente della Regione Sardegna dove si voterà nel mese di febbraio del prossimo anno.

Al quale interverrà anche Giorgia Meloni. Il Pd ha già detto che se passerà la mozione, è pronta a presentare ben 4 ricorsi in altrettanti sedi legali per bloccare per "motivi di incostituzionalità" la ricandidatura di chi è già stato bocciato dal Parlamento. "Sono contento dell'affetto che gli italiani ci stanno dimostrando, più mi indagano e più mi attaccano e più mi danno forza". In Vigilanza è infatti attesa la mozione per votare nuovamente Marcello Foa alla guida di viale Mazzini. "Ma se si ragiona così allora bisognerebbe indagare tutti i governi del Pd, che mantenevano con i soldi dei contribuenti chi sbarcava senza averne diritto, dandogli pure la paghetta". E tutto questo avviene con la totale complicità del M5S che evidentemente accetta che al tavolo delle spartizioni delle poltrone si sieda anche FI che oggi, con il voto di astensione sulla risoluzione, entra ufficialmente nella maggioranza, portando a casa evidentemente qualche candidatura in più per le amministrative e garanzie sui tetti pubblicitari per le tv di Berlusconi.

Dalla ricostruzione delle agenzie di stampa e dalle poche notizie filtrate, la parità si riferisce ad una prima intesa con al centro la Presidenza Rai - che per il Gruppo Mediaset ha un interesse molto più grande della governabilità delle Regioni - e riguarda il futuro dell'alleanza di centrodestra passando per le regionali. Da quanto è trapelato, Forza Italia sarebbe disponibile ad avallare la nomina di Marcello Foa (CHI È) alla Rai, non prima, però, di conoscere la posizione della Lega su alcuni punti cari al M5s. Irritazione del vicepremier Luigi Di Maio: "Berlusconi e Salvini si sono incontrati?" "Per citare la sentenza della Corte dei Conti - prosegue Anzaldi - sul caso Meocci, se ora i consiglieri eseguiranno l'ordine arrivato dai partiti di maggioranza, si renderanno responsabili della "manifestazione di una volontà pervicacemente e supinamente adesiva alla volontà politica".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.