Il premier Conte assicura: "La pace fiscale si farà"

Il premier Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte

In un'intervista rilasciata al quotidiano La Verità il presidente del Consiglio conferma l'intenzione del governo di attuare la proposta contenuta nel contratto di programma siglato da M5S e Lega. "Il fisco e' iniquo. La flat tax ci sara' ma non potra' andare subito a regime". A chi replica chiedendo dove saranno prese le risorse per coprire la spesa risponde direttamente il vicepremier e Ministro del Lavoro Luigi Di Maio. "Reddito di cittadinanza, flat tax e riforma della Fornero: sono tutti punti qualificanti". Non ho mai avuto retropensieri. "Mai pensato di fare una riforma e non un'altra" assicura Giuseppe Conte. Ma c'e' un problema di compatibilita' dei conti? "Avvieremo subito tutte e tre le riforme ma ci sara' un meccanismo di gradualita'". "Al momento non mi sento di fare anticipazioni. Perche' il reddito di cittadinanza funzioni davvero, cioe' per evitare che abbia una mera funzione assistenziale, bisogna prima riformare i centri per l'impiego". Seguirete il modello tedesco? Per qualcuno le pensioni di cittadinanza sono pericolose: alcuni potrebbero smettere di versare i contributi. E la flat tax? "Dal 2019 quelli che sono stati truffati dal decreto "salva padre della Boschi" cominceranno a essere risarciti". Il premier non si sbilancia precisando che per la manovra si sta facendo "un gioco all'incastro". Ho letto anche io ipotesi di 'pace fiscale', chiamata con questo eufemismo.

Per queste ragioni il "colpo di spugna" che si va delineando non sarà chiamato "condono" ma prenderà il nome più evocativo di "pace fiscale" che si allinea, malignamente parlando, alla neolingua del politicamente corretto che si sta affermando sempre di più e che serve per nascondere fatti e concetti poco graditi dietro espressioni che offrano di questi una percezione neutra o, addirittura, positiva. "Daremo - ha proseguito - forti segnali contro l'evasione e l'elusione, come previsto dal contratto di governo. L'inasprimento delle pene è un tassello fondamentale della nostra riforma fiscale". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, al question time al Senato. "Se l'avesse fatto l'avrei saputo".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.