Ciclismo, spagnolo Valverde è campione del mondo

Valverde campione del mondo a 38 anni

Valverde campione del mondo a 38 anni

"Primo degli italiani il trentino Gianni Moscon, che si è piazzato al quinto posto, con un distacco di 13" dai primi quattro che si sono giocati la medaglia d'oro e sono stati battuti da Alejandro Valverde. Quarto l'olandese Tom Dumoulin. Poi sono saltati Kwiatkowski, Miguel Angel Lopez, Simon Yates e via via tutti i grandi favoriti, non riuscendo a tenere un ritmo forsennato anche a causa della fuga iniziale che ha raggiunto subito i 20 minuti di vantaggio. È stato un grande Mondiale, con tanti colpi di scena ma che alla fine è stato vinto dal grande favorito della vigilia. Tant'è che in entrambe le occasioni Valverde ne è stato protagonista, sfiorandone addirittura il successo, Nel 2014 attacca da lontano in solitaria dando spettacolo e mandando il visibilio i tanti spettatori per poi essere ripreso a 15 km dall'arrivo, l'anno dopo stessa musica; attacca sulla salita di Massino Visconti e resta con Davide Rebellin.

A dar man forte al nuovo capitano azzurro sono rimasti così Alessandro De Marchi e Domenico Pozzovivo.

Tuttavia, niente poteva contro un Valverde in stato di grazia. Sembra una cosa tra loro, ma a pochi metri dalla vetta si stacca Moscon, mentre rinviene, del suo passo, uno straordinario Dumoulin. Invece il francese, vincitore dell'ultima Freccia Vallone, non regge il ritmo dei compagni di squadra e a metà muro si ritrovano in quattro: Valverde, Moscon, Woods, canadese inatteso, e Bardet. Con il suo passo, come di consueto, segue Dumoulin.

Lo spagnolo non indugia, come ha spesso fatto nelle altre corse, perdendole anche quando era nettamente più forte, parte in testa nella volata finale e la vince con discreto margine su Bardet e Woods. Un passaggio di consegne tra il presente e futuro del ciclismo internazionale e un grande campione, che a 38 anni finalmente riesce a toccare il cielo.

Senza quella maledetta caduta al Tour, un Nibali in forma avrebbe di sicuro retto alle pendenze del Gramartboden, anche se poi staccare o vincere in volata un Valverde del genere sembrava comunque molto difficile.

E Nibali? Vincenzo ha illuso tutti, ma la sua condizione era troppo precaria per sperare: "alla fine si è arreso, staccandosi ad alcuni chilometri dalla fine e presentandosi sul traguardo a 6'02".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.