Lautaro Martinez, l’arma in più dell’Inter: "Pronto anche per la Champions"

Luciano Spalletti

Luciano Spalletti

Lo aveva quasi pronosticato Spalletti alla vigilia: "Lautaro ha nel Dna la possibilità di essere il terminale offensivo dell'Inter" e ne ha avuto la conferma dopo la partita col Cagliari: Lautaro è forte, e noi lo usiamo troppo. Non rimango stupito della sua crescita, l'importante è che il pubblico abbia capito le sue potenzialità. Uno stacco da bomber di razza, anche considerando che Lautaro concede circa 10 centimetri in altezza ai due centrali del Cagliari. Un tiro alla Roberto Carlos. Questa l'analisi dell'allenatore nerazzurro: "Io sono sempre soddisfatto quando si vince, il mio pensiero è di dare qualsiasi minuto della mia vita per riuscire a contribuire a migliorare l'Inter".

Manca da un po' di tempo il livello importante, la squadra ha bisogno di stare un po' di tempo a questi livelli. I neroazzurri hanno battuto il Cagliari con una grande prestazione del neo arrivato Lautaro Martinez. "Ha intuizione e anche allenarsi con Icardi lo sta aiutando, ma è anche egoista come s'è visto in una delle ultime azioni, ma non fa male avere quel feeling d'egoismo". Aldilà della rivalità, sono anche un fan di Icardi. Il rischio di inciampare ancora pensando alla gara di Champions con il Psv Eindhoven c'era, ma stavolta i nerazzurri non hanno sbagliato. "Poi è chiaro che deve affinare la sua qualità, ma la classe c'è". Però nella sua testa un tarlo continua a dirgli che quella sarebbe la strada giusta da percorrere, se non altro perché il giovane argentino ha dimostrato di meritare il campo, da titolare o da subentrato che sia, più spesso.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.