Manovra, accordo sul deficit: 2,1% nel 2020, 1,8% nel 2021

Il ministro dell’Economia Giovanni Tria con il collega francese Bruno Le Maire

Il ministro dell’Economia Giovanni Tria con il collega francese Bruno Le Maire

Moscovici: 'Faremo rispettare le regole'. Viene confermata la previsione di un rapporto deficit/Pil al 2,4% nel 2019, ma dalla riunione di ieri sera è emersa la possibilità di una* graduale riduzione di questo rapporto negli anni successivi con un calo *al 2,2% nel 2020 e al 2% nel 2021 (contro le stime iniziali di un 2,4% per ogni esercizio dell'intero triennio).

Una critica non tanto all'attuale governo quanto ai precedenti è arrivata dal deputato di LeU Stefano Fassina.

"Ci saranno i 10 miliardi per il reddito di cittadinanza, i 7 miliardi per la legge Fornero, il miliardo e mezzo per i truffati delle banche".

Il deficit dell'Italia scenderà al 2% nell'arco di tre anni. Probabilmente qualcuno ha fatto notare che lo spread ha effetti reali sulla vita delle persone (più care bollette e mutui, per esempio); o che se i titoli di Stato perdono valore i pensionati si arrabbieranno di brutto, e non basteranno 780mila lire di carta straccia a placarli. In ogni caso, ha detto il commissario, 'sarebbe assurda una crisi tra Roma e Bruxelles'. La bozza dovrebbe arrivare alla Ue entro il 15, ma è plausibile che, se la trattativa proseguirà, sarà lo stesso premier Conte a chiuderla al vertice europeo del 17 e 18 ottobre a Bruxelles. Così il vicepremier Luigi Di Maio secondo cui tutto dipenderà da quando saranno. Critiche erano giunte da Confindustria, che teme un aumento delle tasse in assenza di coperture chiare. Per quanto riguarda l'Europa Di Maio ha ribadito che "la diatriba con l'Ue è molto lunga". Questa mattina il cambiamento della manovra non si è alleggerita se non lievemente la differenza tra i Btp italiani e i Bund tedeschi mentre Piazza Affari ha registrato l'incremento migliore in Europa guadagnando l'1%. "Per il resto, senza essere medico, ho sempre saputo che è la febbre ad avere effetti, non certo il termometro".

Al termine del vertice, oltre alle rassicurazioni sulla volontà di far scendere il debito, sono arrivate una serie di conferme su deficit, riforme e principali misure della legge di bilancio che sarà, dice Conte, "seria razionale e coraggiosa". E' "un dato che non conosco, una dinamica che dobbiamo analizzare ed è il motivo per cui dobbiamo attendere la comunicazione dei dettagli" da parte dell'Italia. E' l'antipasto di trattative che vedono, ai blocchi di partenza, la Lega ancora scettica su reddito e pensione di cittadinanza.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.