Gp Giappone, Raikkonen: 'Meteo avrà un ruolo fondamentale'

F1, Gp Giappone, Vettel:

F1, Gp Giappone, Vettel:"Farò come Mario Kart!"

Lewis Hamilton ha vinto il Gp del Giappone di F1, 17ma gara (su 21) del Mondiale di F1, che si è corso sulla pista di Suzuka. Ed è proprio l'olandese il mattatore delle prima fasi di gara, venendo a contatto prima con Kimi Raikkonen nella chicane che prcede il rettilineo principale, poi con Sebastian Vettel dopo pochi giri alla Spoon.

Segue il fedele compagno di squadra Valtteri Bottas che ha realizzato la sua migliore prestazione in 1.28.678.

VETTEL E' notte fonda per Sebastian Vettel e la sua Ferrari. Esteban Ocon con la sua Force India è ottavo davanti a Vettel, chiude la top ten l'altra Force India di Sergio Perez. Doveroso, per questioni di orario, partire dalla Formula 1 e dal nono successo del pilota inglese della Mercedes che, sul circuito nipponico, ha trascorso un tranquillo pomeriggio come se tutto il resto fosse il paesaggio di una passeggiata di piacere, all'aria aperta e immersi negli scarichi di quei 20 bolidi. Il pilota tedesco ha chiuso al nono posto le qualifiche del Gran Premio del Giappone, caraterizzate dalla pioggia nel finale e di qualche errore da parte di Vettel, come quello di iniziare la Q3 con le intermedie su pista ancora asciutta: "La scelta è stata decisa insieme con il team, non importa chi decide perché non è uno solo. Non so se domani pioverà o meno, vediamo cosa ci portano le nuvole". "È stato tutto fantastico, sono felicissimo - le sue parole a bordo pista appena sceso dalla macchina - Vincere qui, su quella che considero la pista più bella del mondo, è davvero bellissimo", dice il britannico che però resta cauto quando gli si dice che ad Austin potrebbe chiudere il discorso iridato: "Un passo alla volta, non vogliamo cantare vittoria troppo presto, anche se non vedo l'ora di correre ad Austin. oggi c'è stato un bel gap tra me e Vettel ma non è finita, spero di fare bene ad Austin", ha concluso l'iridato. "Faremo del nostro meglio e cercheremo di combattere sia in qualifica che in gara", conclude Raikkonen.

A regalare spettacolo, così, è stato Max Verstappen, nonostante due incontri ravvoicinati con le Ferrari di Raikkonen e di Vettel. "Sapevo che saremmo stati un pò vulnerabili sui rettilinei, avendo un carico aerodinamico molto alto questo weekend; ma ero anche consapevole di poter sfruttare le curve per stare il più vicino possibile a chi mi precedeva".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.