Aborto, il ginecologo risponde al Papa: "Non sono un sicario"

Calvarese

Calvarese

"È come affittare un sicario" ha sottolineato il pontefice nel corso dell'udienza generale a piazza San Pietro. "È giusto fare fuori una vita umana per risolvere un problema?". A pochi giorni dal caso del Comune di Verona, dov'è stata approvata una mozione che garantisce finanziamenti alle associazioni pro life, quindi contro l'applicazione della legge 194 sull'aborto, arriva un nuovo affondo sul tema.

"Un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti". Ma non la realtà intesa come l'insieme delle cose che catturano l'attenzione della vita, quanto la realtà come dato, come dono, come "esserci gratuito dell'Essere". "La violenza e il rifiuto della vita - ha detto ancora il Papa - nascono in fondo dalla paura". Dalla paura. L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo.

Nella sua catechesi sul quinto comandamento, "non uccidere", il Pontefice ha parlato a lungo dell'interruzione volontaria di gravidanza, in particolare sull'aborto terapeutico.

"Pensiamo a quando si scopre che una vita nascente è portatrice di disabilità, anche grave". "Un bimbo malato è come ogni bisognoso della terra, come un anziano che necessita di assistenza, come tanti poveri che stentano a tirare avanti", ha insistito Bergoglio. Dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita! La vita vulnerabile ci indica la via di uscita, la via per salvarci da un'esistenza ripiegata su se stessa e scoprire la gioia dell'amore. L'unica misura autentica della vita è l'amore, l'amore con cui Dio la ama! Che Dio è "amante della vita". Vale la pena di accogliere ogni vita perché ogni uomo vale il sangue di Cristo stesso. La vita altrui, ma anche la propria, perché anche per essa vale il comando: "'Non uccidere'". A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza! Senza bisogno di sicari che sistemino le cose, senza bisogno di avere la vita a posto per cominciare a vivere. Tu sei un'opera di Dio!

Silvio Viale, ginecologo, responsabile del servizio Day Hospital dell'ospedale Sant'Anna di Torino, non ci sta a tacere di fronte alle dichiarazioni del Papa e ribatte in maniera molto serena, ma insieme decisa. È quello di Papa Francesco che non usa mezzi termini per ribadire la posizione della Chiesa.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.