"Mi fai schifo" Matteo Renzi al veleno contro Beppe Grillo

"Fai schifo". Perché Renzi è furioso con Grillo

"Senza giri di parole: Beppe Grillo, per me fai schifo", ha scritto su Facebook. Il fondatore del M5S Beppe Grillo, durante il suo intervento alla kermesse stellata tenutasi nel weekend a Roma, ha tirato in ballo anche le persone affette da autismo e sindrome di Asperger sollevando ben presto un polverone di polemiche. "Ieri i 5 stelle hanno chiuso il proprio evento al Circo Massimo con gli insulti di Beppe Grillo al Capo dello Stato italiano, al Capo dello Stato francese, all'Opposizione", ha aggiunto Renzi. Che vergogna vedere il primo partito italiano che chiude la propria festa annuale con parole di scherno verso queste famiglie.

Asperger e autismo. Iniziamo con il dire che la sindrome di Asperger ad oggi rientra tra i Disturbi dello Spettro Autistico, ma non è autismo vero e proprio.

"Chi siamo? Siamo pieni di malattie nevrotiche, siamo pieni di autistici, l'autismo è la malattia del secolo" aveva detto Grillo aggiungendo: "L'autismo non lo riconosci, per esempio è la sindrome di Asperger, è pieno di questi filosofi in televisione che hanno la sindrome di Asperger". Che è la sindrome di quelli che parlano in quel modo e non capiscono che l'altro non sta capendo. "E vanno avanti e fanno magari esempi che non c'entrano un cazzo con quello che sta dicendo".

A farsi portavoce dello sdegno diffuso, non tarda Gianluca Nicoletti, giornalista, papà di un ragaazzo autistico e lui stesso Asperger, come ha dichiarato alcuni mesi fa. "Caro Beppe Grillo - si legge nella missiva postata online - non è bello prendere in giro noi autistici, darci degli psicopatici e usarci come oggetto di scherno". E ancora: "Suscitare la risata della folla su quello che per un Asperger è sintomo della sua diversità è ingeneroso, soprattutto da parte di chi dovrebbe ben conoscere cosa sia l'autismo". E, nei confronti di Beppe Grillo, si scatena con un messaggio che riceve anche un bel po' di consensi su Facebook.

Insultare Mattarella o Macron è inaccettabile per una forza politica.

"Siamo diversi dai 5Stelle non solo per il garantismo contro il giustizialismo, il lavoro contro il reddito di cittadinanza, la legalita' contro i condoni". Insultare un bambino autistico è peggio di insultare un presidente. Ma siamo diversi anche sui diritti: "noi siamo quelli della legge sull'autismo, sul terzo settore, sul dopo di noi", si legge ancora nel post.

Ancora più semplicemente l'autismo rappresenta la condizione di alcuni soggetti, connotata da una dispercezione della realtà, più o meno grave e invalidante e che, nei casi comunemente detti ad "alto funzionamento", spesso ingloba anche una spiccata originalità, creatività e bizzarria.

Noi facciamo battaglie per diffondere cultura sulla neurodiversità, perché i nostri figli non siano le prime vittime degli atti di bullismo dei loro compagni di scuola, come dicono le statistiche.

Il garante del Movimento continua così: "Quando mai un comico cita delle patologie, o qualsiasi altra cosa molto seria, se non con l'intento di usarne la chiave metaforica?" Poi, ecco l'insulto 'alla Grillo': "Conte ne fa una a settimana, parlare di lui è come sparare sulla Croce Rossa".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.