Caso Khashoggi, Arabia Saudita ammette l’"omicidio premeditato"

Caso Khashoggi, Arabia Saudita ammette: omicidio premeditato

Caso Khashoggi, Arabia Saudita ammette: omicidio premeditato

La tv al-Ekhabariya riferisce che gli inquirenti stanno interrogando diverse persone sospettate dell'assassinio del giornalista dissidente sulla base degli elementi raccolti da una task force congiunta turco-saudita. Haspel ha informato Trump delle sue "scoperte e discussioni" in Turchia, dove il capo della Cia si è recata per verificare le accuse della Turchia sull'uccisione dell'opinionista del "Washington Post". Il corpo di Jamal Khashoggi non è ancora stato ritrovato. Secondo il giornale americano, questo "potrebbe aggiungere pressione sugli Stati Uniti per ritenere l'Arabia Saudita responsabile della morte di Khashoggi". Trump ha detto: "Un cattivo affaire che non dovrebbe neppure essere mai pensato". Questo processo deve essere condotto in modo più chiaro e trasparente. Dall'Arabia Saudita si è parlato di una morte dovuta ad una colluttazione ma le ultime notizie cambiano un po' la situazione con l'uccisione - avvenuta all'interno dell'ambasciata saudita - che era programmata. Finora non aveva potuto lasciare il Regno in quanto qualche mese fa Riad gli aveva imposto restrizioni sui suoi movimenti all'estero. L'iniziativa rientra nei tentativi della Corona di placare l'indignazione internazionale per l'omicidio del reporter, dopo aver arrestato almeno 18 sospetti e allontanato 5 alti funzionari.

Erdogan non dice nulla, invece, sulla posizione del principe saudita Mohammad bin Salman, con cui il giornalista ucciso era stato molto critico tanto da aver abbondato il suo paese in esilio volontario.

Una forte condanna è arrivata dal Parlamento europeo che, con una risoluzione non legislativa, e quindi non vincolante, ha chiesto un'inchiesta internazionale indipendente sul caso e ha sollecitato gli Stati membri dell'Unione a imporre un embargo sulla fornitura di armi all'Arabia Saudita. Questa risposta è stata guardata con sospetto da molte autorità occidentali e ha messo a dura prova i rapporti diplomatici tra sauditi e mondo occidentale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.