Brasile, con Bolsonaro Cesare Battisti potrebbe essere estradato

Il Brasile vira a destra. Il populista Bolsonaro vince con il 55%

Il Brasile vira a destra. Il populista Bolsonaro vince con il 55%

Nel 2016, quando i membri del Congresso hanno votato per mettere sotto accusa l'allora presidente, Dilma Rousseff, Bolsonaro ha dedicato il suo voto contro la rappresentante del PT al defunto colonnello Alberto Brilhante Ustra, una figura molto controversa accusato di aver torturato i prigionieri durante la dittatura.

I prossimi indicatori strategici da tenere d'occhio nella politica del Brasile saranno le nomine dei vari Ministri, in particolare il Presidente della Camera, e chi ricoprirà la carica di nuovo Governatore della Banca Centrale brasiliana, nel caso in cui quello attuale non dovesse essere ri-confermato.

Rio de Janeiro (askanews) - Il Brasile ha scelto Jair Bolsonaro.

Lo stesso contesto di polarizzazione fa passare in secondo piano le politiche dei candidati: Bolsonaro aveva parlato di privatizzazioni di massa, compreso l'ente petrolifero di Stato, Petrobras, ma il suo forte è la mano dura contro la criminalità, la semplificazione della burocrazia (intende dimezzare il numero dei Ministeri con un aumento dell'efficienza) e sul fronte dell'istruzione, le scuole gestite dai militari, dato che oggi in Brasile col lassisimo e la corruzione della sinistra sono diventate scuole di malavita. Ha ottenuto il 56 per cento dei voti, sconfiggendo il rivale Fernando Haddad, il candidato del Partito dei lavoratori (Pt), che si è fermato al 44, 71 per cento.

Apparentemente, il successo della Presidenza di Bolsonaro dipenderà dalla sua effettiva capacità di far approvare le riforme, più che dalle sue buone intenzioni.

"E dopo anni di chiacchiere, chiederò che ci rimandino in Italia il terrorista rosso #Battisti".

Un certo establishment avrebbe preferito un candidato governativo, si sarebbe detto un tempo in Italia, Geraldo Alckmin, battuto sonoramente al primo turno, e ora confida nel poter di poter dialogare agevolmente con Bolsonaro, che ha unito un partito forte, un movimento numericamente importante.

Congratulazioni da Trump: "Lavoreremo insieme", assicura il presidente Usa.

In un'intervista all'emittente brasiliana Record Tv, Bolsonaro ha detto che inviterà il giudice Sergio Moro a coprire un posto vacante presso la Corte suprema federale o come ministro della Giustizia. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che Trump e Bolsonaro si sono impegnati a "lavorare fianco a fianco per migliorare le vite di americani e brasiliani".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.