Moto2, Bagnaia campione del mondo a Sepang

Per il Bez invece il compito è più complicato

Per il Bez invece il compito è più complicato

Ultimi giri: Luca Marini impeccabile non molla la vetta della gara dai primi giri, resiste agli attacchi di Miguel Oliveira in duello Kalex-KTM, il fratello del nove volte campione del mondo tenta la vittoria in solitaria. Nel Gran premio di Malesia il pilota torinese ha chiuso al terzo posto dietro a Luca Marini (primo) e al portoghese Miguel Oliveira. Tutti incollati ai televisori i tantissimi fans di questo prodigio che dal prossimo anno correrà in MotoGp, non i grandi di questo mondo sportivo.

Non si fa in tempo a prendere il via che i piloti sono già in lotta, scombinando sensibilmente quella che era la griglia di partenza: alla fine del primo giro Marini è al comando, seguito dal compagno di squadra Bagnaia e da Oliveira, mentre il poleman Marquez ha perso parecchie posizioni per un errore nelle prime curve. "Una bella avventura, l'anno scorso mi ha impressionato e sapevo che quest'anno poteva farcela, Pecco è uno che fa quello che va fatto, è arrivato in Qatar, bisognava fare la pole e l'ha fatta, è uno che c'ha sempre delle grandi idee", ha spiegato il Dottore. "Però da martedì, a Valencia, credo che il nostro rapporto sarà un po' più difficile - ha scherzato Rossi, alludendo ai test della MotoGp - perché ho paura che vada subito fortissimo". È una storia sensazionale, essere campione del mondo è qualcosa che non scade: "è un successo di tutti, siamo tutti campioni del mondo".

Tanta gioia per Francesco 'Pecco' Bagnaia, che in Malesia si è laureato campione del mondo della Moto2: "Sono moto contento, non ho ancora focalizzato di aver vinto il mondiale e sono molto felice di poter festeggiare con tutta la mia famiglia, arrivata qui apposta - ha detto Bagnaia -".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.