Gp Abu Dhabi, Vettel fiducioso: "In gara mi divertirò"

Hamilton graziato dai commissari solo reprimenda

Hamilton graziato dai commissari solo reprimenda

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Abu Dhabi e consacra l'annata del suo quinto titolo iridato con l'11esimo sigillo stagionale.

Passiamo quindi a Kimi Raikkonen: "Chiaramente sono abbastanza deluso, non essendo questo il modo con cui volevo chiudere quest'ultima gara con il team".

Alle sue spalle, Sebastian Vettel ha trascinato la Ferrari ad un secondo posto di grande spessore, concludendo a soli 2 secondi dal campione del mondo. Ha fatto un lavoro fantastico per tutta la stagione, c'è tanta pressione su di noi e non dovete giudicare i nostri errori come fallimenti. Sarà l'ultima occasione per vedere in pista Fernando Alonso, che dal prossimo anno sarà impegnato nella Indy 500 e alla 24 Ore di Le Mans, ma non è escluso un possibile ritorno nel Circus nel 2020.

Dopo 17 anni, oltre 300 Gp, 32 vittorie e due titoli mondiali, oggi Fernando Alonso - 11mo al traguardo e invitato da Hamilton nel giro d'onore - ha dato l'addio alla F1. Quello che ha fatto temere il peggio è stato l'incendio che si è sprigionato a vettura ferma, con il pilota intrappolato a testa in giù e impossibilitato a uscire. Il pilota della Ferrari ha provato a insidiare il dominio di Lewis Hamilton e delle Mercedes, si è avvicinato ma non è bastato per conquistare la pole position o quantomeno la prima fila. Ci conosciamo dai tempi della Formula 3 ed è sempre stato un grande professionista che dà sempre il massimo quando corre. Bastava un secondo posto di Max e Kimi sarebbe stato quarto. "Gli ultimi anni sono stati duri per lui, ci è mancato e ci mancherà". Mi sono divertito perché recuperavo giro dopo giro, ma lui stava controllando il passo. "Mi aspetto che Seb nel 2019 tornerà più forte". Dietro parte malissimo Verstappen mentre Ricciardo deve difendersi da un arrembante Leclerc, che riesce a guadagnare a sorpresa la quinta posizione. Forse ci siamo fermati un po' presto, ma siamo comunque riusciti a mantenere le supersoft fino alla fine.

Una sessione perfetta per l'inglese che è stato di un altro pianeta rispetto ai competitor, soprattutto nel terzo settore del tracciato, nel quale percorreva le ultime due curve con un ritmo, una velocità e una prevcisione inarrivabile per tutti.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.