Manovra, governo: "Non è questione di decimali"

» Manovra. Conte e Tria a cena con i vertici Ue: avanti con le trattative

» Manovra. Conte e Tria a cena con i vertici Ue: avanti con le trattative

"Confermati gli obiettivi già fissati -aggiungono Conte, Salvini e Di Maio- in particolare sulle pensioni, sul reddito di cittadinanza e sulla tutela del risparmio". Contatti, fa sapere il portavoce di Jean Claude Juncker, sono in corso "a tutti i livelli". "Le somme recuperate saranno riallocate, privilegiando la spesa per investimenti, con particolare riferimento a quelle necessarie a mettere in sicurezza il territorio e a contrastare il dissesto idrogeologico". Conte fa osservare i "segnali positivi dello spread", che scende da 306 e 290 punti base, con un picco minimo di 279 punti, mentre la borsa di Milano chiude in rialzo del 2,77%. Il premier preferirebbe non soffermarsi sui decimali prima delle relazioni tecniche sulle misure della manovra. E anche Salvini conferma l'apertura e dice di non volersi "impiccare agli zero virgola": tagliare il deficit può essere "un'avanzata, un'uscita dalla trincea" per togliere "alibi" all'Europa ed evitare un "no pregiudiziale" alla legge di bilancio italiana.

"Con il premier italiano Conte ho avuto una buona discussione a margine del Consiglio e proseguiremo il lavoro insieme, questo è quello che mi aspetto dall'Italia e che l'Italia si aspetta dalla Francia", ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa. In serata fonti M5s spiegano che la platea di quota 100 si ridurrà molto probabilmente per effetto delle penalizzazioni. Ovvero che nessuno dei Diciotto è disposto a fare sconti e che dai paesi del Nord Europa proviene la minacciosa richiesta di aprire subito la procedura senza attendere il varo definitivo della legge in Parlamento. La proposta più "estrema" prevede la trasformazione del reddito in un taglio del cuneo fiscale: non darlo, cioè, ai singoli ma direttamente alle aziende che li assumono. Si restringono i cordoni della borsa per le proposte parlamentari e salterà, probabilmente, la "sugar tax" sulle bibite zuccherate. Negli ultimi due giorni anche Salvini e Di Maio hanno ritrattato e dopo l'incontro di ieri sembra che la possibilità di cambiare posizione sia stata accettata ufficialmente.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.