Maxi-blitz contro la 'ndrangheta: 90 arresti tra Europa e Sudamerica

Immagine di copertina

Immagine di copertina

Anche la Svizzera ha concorso alla maxi-operazione contro la 'ndrangheta scattata mercoledì, che ha portato a una serie di blitz congiunti in diversi Paesi dell'Europa e dell'America Latina. L'operazione è il frutto di anni di intenso lavoro svolto nell'ambito di una Squadra investigativa comune (Joint Investigation Team) costituita presso Eurojust tra magistratura e forze di polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania, cui hanno aderito, per l'Italia, la Procura distrettuale di Reggio e i reparti della Polizia e della Guardia di finanza.

Novanta sono le persone arrestate tra Italia, Germania, Olanda, Belgio e Sud America, che dovranno rispondere ad accuse che vanno dall'associazione mafiosa al riciclaggio, al traffico internazionale di droga, all'intestazione fittizia di beni. I dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 12 presso la sede Eurojust de L'Aja in Olanda ed alle ore 16.30, presso gli Uffici della Direzione Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo alla presenza del Procuratore Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo e del Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria.

Il colpo contro la mafia palermitana - Il 4 dicembre 2018 i carabinieri hanno arrestato a Palermo l'erede di Totò Riina, il boss Settimo Mineo.

L'ottantenne Settimo Mineo, ufficialmente gioielliere con negozio in centro, il più anziano fra i boss della mafia siciliana, era stato eletto nuovo boss di Cosa nostra il 29 maggi0, a seguito della prima riunione della Cupola dal 1993.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.