Borse europee giù, Milano in rosso. Lo spread torna sopra quota 270

Effetto Apple borse europee in rosso

Effetto Apple borse europee in rosso

I listini del Vecchio continente sono appesantiti dal comparto informatico che cede il 2%. Segni negativi si sono registrati anche tra le borse asiatiche, orfane della piazza di Tokyo chiusa anche oggi per festività. Spread Btp-Bund in lieve calo, a 252 punti base. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,04%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 20.718,93 punti (+3,13%) e Ftse Mib a 18.831, 79 punti (+3,37%). Allo stesso tempo, però, l'amministratore delegato del colosso di Cupertino si è detto comunque sicuro che, nonostante i problemi attuali, il futuro commerciale di Apple in Cina sarà certamente roseo, e che le difficoltà verranno ben presto superate. La banca svizzera non pensa a possibili fusioni con altre banche, neanche con Deutsche Bank (+0,3%), come indicato da recenti speculazioni. Piazza Affari inverte la rotta e chiude la prima seduta del 2019 in territorio positivo. Nel 2018, circa 2.340 milioni di persone sono risultate disoccupate, il che significa 193 mila in meno rispetto all'anno precedente.

Tra i titoli che perdono di più, il produttore di attrezzature mediche Gerresheimer, in calo del 7% dopo che JP Morgan ha tagliato il rating sul titolo a underweight, secondo i trader.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Banca Ifis (+3,41%), Anima Holding (+2,68%), Biesse (+2,58%) e OVS (+2,36%).

Crolla Reply, con una flessione del 2,19%.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.