Golden Globes, nei discorsi domina il tema dell' inclusione razziale

Immagine di copertina

Immagine di copertina

Su Twitter, ad esempio, si sono moltiplicate le richieste di un premio come "best supporting role" della cerimonia; sullo stesso social, è apparso poi l'account parodistico Fiji Water Girl, che ha iniziato a postare le "incursioni" della giovane alle spalle delle celebs e i suoi (immaginari) commenti alla serata. La pellicola ha vinto anche come miglior film drammatico. Sono state moltissime le star che lo hanno calcato, sfidandosi a colpi di stile e dando il meglio di loro in fatto di look. I premi per le migliori serie tv comedy e drama sono andati a Il metodo Kominsky e a The Americans.

L'altro discorso importante è arrivato dall'accettazione del premio del regista di The Green Book, Peter Farrelly, che ha parlato del tema raccontando nel film la storia di un musicista nero che non poteva esprimere la sua musica per via del colore della sua pelle e di un italo-americano la cui integrazione negli Stati Uniti degli anni Sessanta non è stata tanto più facile.

Non smentisce il pronostico invece "Roma" del messicano Alfonso Cuaron, che vince come miglior film straniero e per la miglior regia.

Una tazza di latte, una scatola dei cereali Fruity Pebbles, e sottobraccio il premio vinto grazie alla "migliore canzone originale" per il film "Star is Born".

Se lo scorso anno i Golden Globe sono stati all'insegna della sobrietà, visto che le star avevano puntato tutte sul total black per sostenere il movimento Time's Up in seguito allo scandalo Weinstein, nel 2019 il red carpet è tornato a essere più scintillante che mai.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.