Sea Watch 3, Muscat: "Malta non ha responsabilità nel salvataggio"

Malta non vuole accogliere i 49 migranti, tensione con l'Italia: 'Bulli non vinceranno'

Malta non vuole accogliere i 49 migranti, tensione con l'Italia: 'Bulli non vinceranno'

I primo ministro ha inoltre ribadito che il governo di Malta non è responsabile per coloro che sono stati salvati al di fuori della sua giurisdizione e competenza e ha ricordato che, la scorsa settimana, Malta ha accolto 249 migranti.

Sembra finalmente che uno spiraglio di luce si sia mostrato ad illuminare la vicenda se Malta non avesse subordinato l'apertura dei porti alla ridistribuzione dei 249 profughi salvati nei giorni precedenti dai guardacoste maltesi. "Se noi accogliamo i migranti - si è interrogato - ciò rappresenterà un precedente per altre occasioni simili?"

In Italia Salvini si vede ben posizionato dietro la sua strategia politica del "prima gli italiani", lasciando che la vita di 49 persone fluttui sulla linea della propaganda politica portata avanti dal ministro. "Lo abbiamo fatto perché era nostro obbligo farlo, e senza impuntarci". Questo è un problema che potrebbe costituire un precedente e dovremo essere vigili al riguardo. "Alcuni Paesi stanno cercando di mostrare quanto siano duri, chiudendo i propri porti".

Una fonte vicina al premier Joseph Muscat, citata da Avvenire, fa sapere che c'era "un'intesa per far scendere i migranti e per il loro trasferimento" ma le parole di Di Maio avrebbero complicato le cose.

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Toninelli, in merito alla questione afferma: "Siamo pronti a dare una lezione all'Europa accogliendo donne e bambini a bordo delle navi Sea-Watch3 e prof Albrecht Penck, ma tutta la Ue deve farsi carico del problema, a partire da Germania e Olanda, paesi le cui bandiere sventolano sulle due imbarcazioni". Addirittura, la nave di Sea-Eye ha mentito sullo stato del barcone dal quale ha prelevato i migranti, che non stava affatto affondando come da essa comunicato.

Le navi Sea Watch 3 e Sea Eye, con a bordo complessivamente 49 migranti, sono bloccate dal 22 dicembre 2018 nel mar Mediterraneo in attesa di un porto sicuro dove poter sbarcare. "Ma le due Ong hanno invertito la rotta, ora sono a ridosso delle coste maltesi ed è giusto che sbarchino lì, viste anche le condizioni del mare in peggioramento". Il ministro Salvini interviene su Facebook ribadendo che egli on intende accoglierne nessuno. Nessuna Autorità di sistema portuale italiana può arrogarsi prerogative che travalicano le sue funzioni amministrative.

La crisi più grande è quella che sta vivendo il M5S all'interno la divisioni sono all'ordine del giorno dopo il decreto sicurezza che ha creato malumori nel movimento.

Nel frattempo superano quota 9mila le proposte di aiuto giunte al Comune di Napoli, in seguito all'appello lanciato dal sindaco Luigi de Magistris.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.